Home | News | Politica | Maurizio Di Nicola dice la sua sul sistema trasporto pubblico Marsica

Maurizio Di Nicola dice la sua sul sistema trasporto pubblico Marsica


Il Presidente della Prima Commissione, Maurizio Di Nicola, ha rilasciato la dichirazione che segue: “Dobbiamo ripensare un sistema di gestione del trasporto pubblico locale nella Marsica capace di garantire un servizio più aderente alle esigenze del cittadino. Ottimizzare l’integrazione con altri sistemi di trasporto, anche attraverso la riorganizzazione degli orari per migliorare le coincidenze con altri vettori, migliorare i collegamenti con i centri di offerta di servizi essenziali e distribuire al meglio la rete dei trasporti cercando di bilanciare le necessità economiche aziendali con quelle di equità ed inclusione sociale dei territori delle Aree interne sono gli ingredienti principali che compongono questa necessaria riorganizzazione dei trasporti nella nostra Regione. Inoltre, la Regione Abruzzo, in un’ottica di recupero di risorse da sacche di inefficienza, sta cercando di razionalizzare l’intero TPL attraverso una sana progettazione capace di evitare le sovrapposizioni di corse tra gomma e ferro nella stagione estiva, periodo nel quale la domanda scende drasticamente e si assiste, come ogni anno, al passaggio di autobus e convogli ferroviari semi-deserti. Come già fatto ieri nell’incontro che si è tenuto ieri ad Avezzano con i Sindaci della Marsica, alla presenza del Sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo, Camillo D’Alessandro, insieme a quelle del Consigliere Regionale, Lorenzo Berardinetti, del componente il Consiglio di Amministrazione di TUA, Evelina D’Avolio, e del Direttore d’Esercizio dell’ex ARPA, Antonio Montanaro, mi sento in dovere di rassicurare studenti, famiglie e fruitori del servizio sul fatto che le corse scolastiche e quelle dedicate alle persone diversamente abili non sono e non saranno oggetto di ristrutturazione. Oltre a questo, saranno migliorate le linee di penetrazione da e verso il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, cuore verde del Mediterraneo”.

Commenti Facebook

Potrebbe interessarti:

[VIDEO] Bussi, cent’anni di veleni. Il docufilm presentato ad Italia 5 Stelle

Dieci anni fa venne scoperta, in Abruzzo, l’esistenza della discarica più grande d’Europa. A Bussi …