Ultime notizie
24 April 2017

14 LUGLIO DI SANGUE A NIZZA

 

Mentre i cittadini si accingevano a terminare i festeggiamenti nazionali, un camion guidato da un tunisino residente a Nizza si è lanciato a gran velocita verso la follla con un bilancio di oltre 80 morti. Erano circa le 22:30, sul cielo c’erano ancora i fuochi d’artificio, la Polizia inutilmente tenta di arrestare la corsa del camion a colpi di pistola. L’automezzo, un tir bianco, ha travolto almeno due cordoni di sicurezza, quindi la sua intenzione era proprio quella di scagliarsi contro la gente ferma in strada per assistere allo spettacolo.  Subito dopo la tragedia la prefettura delle Alpi Marittime ha evocato un attentato di natura terroristica, chiedendo agli abitanti di Nizza di rimanere chiusi in casa. E lo stesso hanno fatto i gendarmi con i clienti dei numerosi bar aperti sl lungomare, bloccati dentro i locali chiusi a chiave seguendo le indicazioni delle autorità