Ultime notizie
23 June 2017

Avezzano, Casciere: perplessità sulla commissione che deciderà sulla salvaguardia dei tribunali

“Prendo atto dell’emendamento presentato da Berardinetti & Co. e, visti i lucidi commenti degli intervenuti, bisogna, a mio sommesso avviso, far rilevare che la commissione istituenda non ha definito i parametri cui attenersi per decidere sulla salvaguardia dei tribunali: carico di lavoro, produttività,territorio, numero degli utenti, punto strategico per arginare la criminalità organizzata, vicinanza con regioni ad alta intensità criminale, numero rilevante di cittadini extracomunitari dediti a delinquere, presenza di un carcere ed altro”. Esordisce così l’avvocato Leonardo Casciere in un post da lui scritto su facebook, in merito alla polemica scatenatasi negli ultimi giorni sul salvataggio dei tribunali minori abruzzesi, tra cui quello di Avezzano.

Politicamente parlando, la diatriba ha riguardato il palazzo regionale ed ha visto opporsi a suon di post Lorenzo Berardinetti ed i 5 stelle Fedele e Ranieri. Casciere sin dalle prime battute aveva manifestato solidarietà con Ranieri, in quanto Berardinetti non avrebbe approvato un emendamento dei 5 stelle volto alla salvaguardia del tribunale.

Berardinetti, dal suo canto, ha risposto con uno stanziamento di 50mila euro annui per i tribunali minori regionali.

“Come programmata questa commissione non ha un obiettivo – ha continuato Casciere – per cui si potrà verificare che un tribunale,inferiore per tutti i parametri al nostro, avrà la possibilità reale di salvarsi in danno di altri molto più rilevanti. E’ un’altra presa in giro con un unico scopo: scaricare la responsabilità su altri, come è normale nella politica regionale.
Inoltre, se il governo non dovesse dare il proprio consenso (come è possibile che sia) all’istituzione della commissione, cosa accadrebbe? Il Tribunale di Avezzano sarà soppresso con il concorso materiale e morale della politica regionale e locale.
Oggi infine – ha concluso l’avvocato Casciere – il governo deciderà sul “milleproproghe”, poiché si è sempre parlato di proroga per i tribunali abruzzesi, credete che ciò avverrà? Chi vivrà, vedrà!”.

Clicca qui per leggere gli articoli precedenti

 

Redazione ilfaro24.it




Alcuni dei nostri corsi