Ultime notizie
23 June 2017

Discarica di Santa Lucia, Di Pangrazio: “Soddisfatti per la nostra terra ed il bene di chi la vive”

Avezzano. A seguito della consegna dei lavori per la copertura dell’impianto di rifiuti solidi urbani, c’è grande soddisfazione tra le file della maggioranza avezzanese, che porta a casa un risultato, punto programmatico in campagna elettorale.  Il Comune di Avezzano e l’Aciam Spa, rispettivamente proprietario e gestrice della discarica, concretizzano uno degli obiettivi più rilevanti in termini di difesa dell’ambiente.

L’Aciam, dopo aver espletate tutte le procedure per il bando pubblico, ha affidato alla ditta Deco spa di Pescara, l’esecuzione dei lavori per un importo complessivo di circa un milione di euro, a carico dei due enti nella misura del 70% per il Comune e del 30% per ACIAM. I lavori inizieranno il 12 ottobre e prevederanno la copertura di tutta la superficie, oggetto negli anni di accumuli di rifiuti; l’opera si concluderà in 120 giorni, entro il prossimo febbraio.

Alcuni teli in materiale speciale e un grosso strato di argilla posizionati sull’intera area impediranno di fatto la permeabilità dei rifiuti, stroncando la produzione del percolato e il pericolo ambientale determinato dall’impianto di smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

Gianni Di Pangrazio, visibilmente soddisfatto, ha dichiarato: “Dopo un lungo iter burocratico siamo riusciti a sbloccare un intervento di grande valenza per il nostro territorio, talmente importante per noi da essere uno dei punti stabiliti dal programma di mandato, determinante in termini di sicurezza ambientale a più livelli. Voglio ricordare – ha aggiunto il Sindaco di Avezzano –  che la discarica di proprietà del comune di Avezzano e utilizzata nel passato da tutti i comuni della Marsica, dalla chiusura dei cancelli dell’impianto, avvenuta nel dicembre 2009, ha prodotto un esborso per la nostra amministrazione di notevoli proporzioni. I costi per lo smaltimento del percolato prodotto, infatti, sono stati tutti a carico dell’amministrazione comunale di Avezzano, che ha dovuto pagare fatture per circa 650 mila euro. Oltre ai costi sostenuti dal Comune – ha spiegato Di Pangrazio –  non possiamo evitare di porre l’accento sul grave danno all’ambiente in genere, sia per le emissioni in atmosfera che per il pericolo di infiltrazioni nelle falde acquifere. È per questo che siamo entusiasti di questo intervento prezioso, non solo per la nostra terra ma anche e soprattutto per il bene di chi la vive. Siamo certi che l’Aciam seguirà attentamente l’iter dell’intervento e comunque, il Comune sarà di supporto attraverso un collaudatore interno”.

Mario Madonna, consigliere della lista “Per Avezzano”, ha visto coronato un progetto tanto atteso, dopo oltre 40 anni di proteste della popolazione, esprimendo chiara soddisfazione. Presenti alla consegna dei lavori il presidente di Aciam, Lorenza Panei, l’amministratore delegato di Tekneko Di Carlo, il presidente della Commissione Ambiente, il consigliere Ignazio Iucci, i responsabili della ditta e una rappresentanza della popolazione che vive nella zona.

Redazione IlFaro24.it

 




Alcuni dei nostri corsi