23 August 2017

DMC MARSICA E DMC ABRUZZO INIZIANO A CAMMINARE INSIEME: FIRMATO L’ACCORDO PER PROMUOVERE INSIEME PROGETTI TURISTICI


Intesa raggiunta fra Dmc Marsica e Dmc Abruzzo Qualità, i consorzi nati per unire operatori del turismo, dei servizi e della ristrutturazione al fine di stimolare la crescita del prodotto turismo nel territorio.

L’accordo è stato siglato ieri mattina dai rispettivi presidenti, Giovanni D’Amico e Massimiliano Bartolotti, con l’idea di aggregare gli operatori turistici e puntare allo sviluppo del settore.

Presenti all’incontro tra le due Dmc anche numerosi operatori del territorio e il presidente del consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio.

“La nostra idea è quella di pensare ad un turismo integrato tra l’area marsicana e quella dell’Altipiano delle Rocche”, ha commentato D’Amico, sottolineando come le zone di riferimento dei consorzi siano ricchi di offerte turistiche e di luoghi da visitare”.

“Tanti anni fa si operava in maniera autonoma, ora, invece, ci si deve necessariamente aggregare” ha dichiarato Bartolotti, aggiungendo: “Nel 2016 ospiteremo i Mondiali di Sci Studenteschi, che avranno una ricaduta importante su tutta la Marsica. In un momento di crisi come questo il turismo, attraverso le sue peculiarità, è l’unica opportunità di sviluppo economico e lavorativo nella Marsica”.

Soddisfatti per i risultati ottenuti l’assessore Fabrizio Amatilli e il consigliere Rocco Di Micco presenti alla sigla dell’accordo. “Crediamo molto che lo sviluppo turistico debba avvenire mettendo a sistema i servizi”, ha precisato Amatilli, proseguendo: “L’intesa tra i due principali enti è un’ottima intuizione. La vera sfida è quella di mettere a sistema le varie azioni e permettere al turista con un solo biglietto, con una sola tessera, di poter visitare diversi luoghi del territorio”.

Favorevole alle iniziative della Dmc anche Di Micco, che ha dichiarato: “Il Comune di Avezzano ha già iniziato a lavorare per il riscatto di alcuni siti, come i cunicoli di Claudio, che attireranno sicuramente turisti. Non servono azioni isolate ma delle precise azioni sinergiche tra i vari enti e i vari operatori”.

Dmc 1 Dmc 2 Dmc 3

 

Claudia D’Orefice