Ultime notizie
24 April 2017
Gianluca De Patre, attaccante del Paterno classe '92

Eccellenza: il Paterno cade a Sambuceto e fallisce l’aggancio in vetta, per il Capistrello è crisi nera

Trentesima giornata del campionato di Eccellenza abruzzese ricca di colpi di scena, con il Paterno che cade in casa del Sambuceto, non approfittando della concomitante sconfitta della capolista Martinsicuro contro i Nerostellati, i quali con la vittoria contro i primi della classe, sorpassano proprio la squadra di Lucarelli al secondo posto in classifica.

Continua la crisi del Capistrello che sembra non avere più stimoli e motivazioni e incassa la quarta sconfitta consecutiva in campionato, questa volta inflitta dal Montorio 88 che conquista tre punti fondamentali per cullare fino all’ultimo la speranza di centrare la salvezza. Pareggi per Francavilla e Angolana che si piazzano appaiate al quarto posto in classifica, a due sole lunghezze dal Paterno terzo.

Il Paterno spreca la ghiottissima occasione di agganciare il Martinsicuro al primo posto in classifica, perdendo 3 a 2 in trasferta contro il Sambuceto. La squadra di mister Lucarelli paga un avvio di gara un po’ a rilento, causato sicuramente dalla stanchezza accumulata dalle partite ravvicinate di campionato e coppa.

La partita. Il Sambuceto parte subito forte e si fa pericoloso già al 3’ con un cross di Nardone che innesca Liberati che di piattone manda alto. Al 7’ il Sambuceto sblocca subito la gara con un colpo di testa di Maraschio su cross di Alberico. Al 18’ il Paterno prova la risposta con un pericoloso rasoterra di Puglia che si stampa sul palo. Al 25’ viene concesso un calcio di rigore alquanto dubbio al Sambuceto, per un fallo del portiere dei marsicani Parente, che si becca anche un cartellino giallo. Dal dischetto si presenta Liberati che spiazza Parente e firma il due a zero.

Il Paterno è frastornato dal doppio svantaggio e fatica a imporre il proprio gioco, inoltre i neroazzurri si dimostrano molto stanchi, infatti arrivano in ritardo quasi su ogni pallone.

Al 34’ si fa pericoloso ancora il Sambuceto con Maraschio che con una girata di controbalzo spedisce il pallone a lato. Il primo tempo termina con il punteggio di due a reti a zero per la squadra di casa.

Nella seconda frazione di gioco mister Lucarelli ridisegna la formazione per provare a recuperare la gara. Escono, infatti, Di Ruocco e Puglia e subentrano Bolzan e Di Patre.

Il Paterno inizia adesso ad ingranare e a giocare come sa fare. Al 12’ i neroazzurri si rendono subito pericolosissimi con De Patre, che calcia a botta sicura ma l’estremo difensore locale Palena compie un miracolo e sulla conseguente ribattuta, Bolzan ci prova dal Limite con il sinistro, ma il pallone termina a lato.

Al 14’ torna a farsi vedere il Sambuceto con Maraschio che prova a indirizzare la palla con un preciso colpo di testa ma non inquadra, per poco, lo specchio della porta.

Al 35’ il Paterno accorcia le distanze, infatti sugli sviluppi di un calcio d’angolo, si accende una mischia in area che termina con una bella girata al volo di De Patre che insacca in rete.

Quattro minuti più tardi lo stesso De Patre firma la sua doppietta personale, realizzando un gol spettacolare. Il giocatore neroazzurro parte dalla sinistra, salta un difensore avversario con un meraviglioso sombrero, per poi calciare forte di destro dove il portiere avversario non può nulla. Il Paterno riacciuffa quindi la gara e potrebbe provare addirittura a vincerla, ma proprio al 45’ arriva la beffa finale, con il colpo di testa di Maraschio che firma la sua doppietta personale su assist del neo entrato Di Francesco. Questa rete consente al Sambuceto di imporsi sul Paterno e di portare a casa i tre punti.

Al termine della gara, il mister del Paterno Alessandro Lucarelli ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “La responsabilità di questa sconfitta è tutta mia, ho sbagliato la formazione iniziale e abbiamo approcciato male la partita. Siamo un po’ stanchi per i tanti impegni, ma potevamo e dovevamo conquistare i tre punti. Dovremo adesso smaltire la delusione per la sconfitta di oggi e proiettarci subito verso la gara di coppa di mercoledì per cercare di raggiungere il grande traguardo delle semifinali”.

Tabellino:

Sambuceto Calcio: Palena, Alberico, Cinquino ( Callini), Gelsi, Mottola, Conversano, Camierchioli ( Tinari), Liberati ( Di Francesco), Maraschio, Beniamino, Nardone.

A disposizione: Prosini, Direttore, Barbacane, Tonelli.

Allenatore: Alessandro Tatomir.

Paterno: Parente, Scatena, Kras, Vitale, Alessandroni, D’Amico, Puglia ( De Patre), Albertazzi (De Iorio), Aquino, Di Ruocco (Bolzan), Leccese.

A disposizione: Serpietri, Tibaldi, Di Rocco, Laurenzi.

Allenatore: Alessandro Lucarelli.

Arbitro: Giacomo Siano.

Reti: 8’pt e 45’ st Maraschio (S), 26’pt rig. Liberati(S), 34’ st e 40 st De Patre (P)

Ammoniti: Conversano, Palena, Cinquino (S), Parente, Albertazzi (P).

Le immagini di Antenna 2:

Il Capistrello dimostra anche in questa giornata di avere poche motivazioni e perde ancora, questa volta in casa del Montorio 88, che conquista tre punti fondamentali per cercare di raggiungere la salvezza.

Quella di ieri è la quarta sconfitta consecutiva per gli uomini di Mister Tonino Torti.

Ritmi blandi in apertura di gara, con il match che rimane bloccato e la fa da padrone la tattica.

La partita. Si inizia a vedere il Montorio con un sinistro dalla distanza di Calderaro su appoggio di Ridolfi ma Cattafesta blocca il pallone in due tempi.

Il Montorio è costretto ad effettuare un cambio già nella prima frazione di gioco, sostituendo l’infortunato Melchiorri con Di Silvestre.

Al 40’ il Capistrello prova per la prima volta a farsi vedere dalle parti dell’aria avversaria con un calcio di punizione dalla sinistra ma la difesa del Montorio è attenta e respinge. La squadra di casa risponde subito con un colpo di testa di capitan Di Giulio sugli sviluppi di un calcio piazzato, che però termina a lato.

Si va al riposo sullo 0-0, senza che si registrino azioni degne di nota sia da una parte che dall’altra.

Nella ripresa il Montorio rientra più determinato in campo e al 3’ trova il gol del vantaggio dopo un’ottima triangolazione tra Gizzi e Ridolfi, con quest’ultimo che conclude in rete, piazzando il pallone all’angolino basso alla sinistra del portiere granata Cattafesta.

Un minuto dopo proprio lo stesso Cattafesta si rende protagonista di un autentico miracolo su un bel sinistro di Gizzi, che era destinato sotto l’incrocio dei pali.

Poco dopo Iafrate commette fallo in area su Ridolfi, rigore per il Montorio e secondo giallo per il terzino granata, che lascia i rovetani in 10 uomini.

Si presenta lo stesso Ridolfi dal dischetto, Cattafesta intuisce, ma il tiro è angolatissimo e finisce in rete per il raddoppio dei locali.

Il Montorio va vicinissimo al tris con Calderaro ma Cattafesta gli nega la gioia del gol con un ottimo intervento.

Il Capistrello prova allora una prova d’orgoglio e va vicino al gol con una spettacolare rovesciata di Fantauzzi, ma altrettanto spettacolare è la parata di Di Gifico, che alza il pallone in corner.

Non succede più nulla e la gara termina così, con il punteggio di 2-0 per il Montorio sul Capistrello.

Al termine del match il mister del Capistrello Tonino Torti ha dichiarato: “Siamo scarichi e poco motivati, mi assumo le responsabilità di questa flessione. Anche se occupiamo una posizione di classifica tranquilla, dobbiamo scendere in campo con l’idea di onorare e finire bene il campionato. Lo dobbiamo alla società, ai tifosi e alla nostra gente, non si può andare avanti così. Dobbiamo finire in modo dignitoso il nostro campionato, è un nostro dovere”.

Tabellino:

Montorio 88: Digifico, Gizzi Daniele, Melchiorre (37’ pt Di Silvestre), Durante, Di Giulio, Marano, Calderaro, Carusi, Ridolfi (38’ st Facecchia), Di Stefano (33’ st Rinaldi), Gizzi Simone. A disposizione: Angelozzi, Islamovski, Tavoni, Castiello. Allenatore: De Feudis.

Capistrello: Cattafesta, Venditti (24’ st Mercogliano), Iafrate, Miocchi, De Meis Luca, Celli, Salatiello (14’ st Franchi), Severoni, Dema, De Meis Edoardo, Menna (24’ st Fantauzzi Davide). A disposizione: Salustri, Fantauzzi Stefano, Fantozzi, Di Franco. Allenatore: Torti.

Arbitro: Moretti di Teramo.

Reti:st 4’ e 22’ (rig.) Ridolfi.

Note: ammoniti Calderaro, Iafrate, Mercogliano, Durante, De Meis Luca. Espulso: al 21’ st Iafrate per doppia ammonizione Iafrate. Angoli: 3-4. Recupero: pt 1’; st 4’.

Le immagini di Antenna 2:

Per consultare risultati, calendario e classifica clicca qui.

Marco Rosati

 

Fonte MarsicaSportiva.it