Ultime notizie
30 May 2017

Iampieri, “Giovenco nei contratti di fiume”. Di Nicola, “Iniziativa parta da Comuni, faremo la nostra parte”.

Abruzzo. “Non e’ la Regione che deve inserire, ma le amministrazioni comunali condividere un progetto e partecipare”. Precisazione puntuale dell’Assessore regionale Maurizio Di Nicola alle parole di Emilio Iampieri (FI) che aveva auspicato l’inserimento del fiume Giovenco tra i contratti di fiume. “Spero che presto sia pronto il progetto Giovenco di cui Bisegna, Ortona dei Marsi, Pescina, San Benedetto dei Marsi devono esserne i motori – si apprende dal profilo social di Di Nicola – la Regione non mancherà di fare la sua parte”.

Iampieri, dal canto suo, pur apprezzando l’iniziativa regionale riguardante l’importante strumento di programmazione negoziata rivolto alla riqualificazione dei bacini fluviali, sostiene che l’importante sia non mettere da parte la Marsica: “Nell’Atlante dei contratti di Fiume annunciato dal Presidente della Regione Luciano D’Alfonso non può mancare il Giovenco, simbolo dell’antica identità marsicana, unico fiume ad attraversare la dorsale abruzzese del parco nazione”.

Ha aggiunto Iampieri: “C’è rammarico nel vedere ancora una volta penalizzata la Marsica. Il fiume non è un problema ma una risorsa per il territorio e ci fa piacere che l’Abruzzo sia tra le Regioni più attive su questo tema, al punto di formalizzare una delega ai fiumi a un assessore regionale ma, proprio in virtù di tanta attenzione, non si può trascurare una realtà importante come il Giovenco. Per questo chiederò all’Assessore Pepe – sottolinea Iampieri – di provvedere tempestivamente a prendere nella dovuta considerazione tale fiume e includerlo tra quelli elencati dal Presidente D’Alfonso, così che anche il nostro territorio possa concorrere ad accordi di partnerariato pubblico/privato e attirare, con una progettualità mirata, quelle risorse che, come ha reso noto l’Assessore Pepe, verranno dedicate ai fiumi nella finanziaria regionale e nel PSR, oltre alla possibilità di partecipare ai bandi europei in materia”.

Redazione IlFaro24.it