Ultime notizie
23 April 2017

Il campus scolastico cambia localizzazione, a Pescina esulta l’opposizione

 

Marsica. Soddisfazione per il gruppo di opposizione siloniano in merito alla vicenda del campus scolastico, dopo aver appreso di una convergenza sul loro territorio inerente la localizzazione dell’edificio. Il campus infatti sarebbe inizialmente dovuto sorgere lungo la SS 83 che collega Collarmele a Pescina, esattamente nel foglio catastale 13, con destinazione agricola e di proprietà privata. Il Sindaco di Collarmele Antonio Mostacci aveva comunicato, a seguito di riunioni con gli amministratori dei paesi coinvolti, la disponibilità a convergere su un’area individuata sul territorio di Pescina.

I consiglieri di minoranza siloniani hanno così espresso la loro soddisfazione: “Dopo una levata di scudi della cittadinanza di Pescina ed una dura presa di posizione dei consiglieri di minoranza, culminata con un Consiglio Comunale straordinario richiesto dagli stessi su un tema così delicato e sentito, il Sindaco Iulianella torna sui suoi passi  e boccia la localizzazione del  campus sul territorio di Collarmele, proponendo il territorio di Pescina quale luogo per la realizzazione dello stesso. È solo grazie al nostro deciso e caparbio intervento e a quello di una parte della cittadinanza vigile, impegnata in una raccolta di firme, che si è giunti a rivedere un progetto che non abbiamo esitato a definire scellerato e privo di funzionalità, a cui il Sindaco di Pescina Iulianella aveva aderito formalmente ( Cfr. Verbale riunione dei Sindaci del 19/10/2015 a Collarmele) e senza esitazione, non immaginando minimamente che, nella malaugurata ipotesi in cui si fosse realizzato il Campus lungo la SS 83, a Collarmele, da qui a qualche anno si sarebbe giunti alla chiusura delle scuole, di ogni ordine e grado, ricadenti all’interno del territorio di Pescina, con conseguenze dannose ed irreversibili dal punto di vista sociale, culturale, funzionale ed economico per il nostro paese” hanno sentenziato Roberta Cococcia, Maurizio Radichetti, Remo Spina e Mirko Zauri. “Arrivati a questo punto vigileremo con grande attenzione sulla maggioranza affinché proceda correttamente e speditamente nella predisposizione di tutti gli atti necessari  per ottenere il finanziamento sul nostro territorio, recuperando di fatto il tempo perduto in maniera assolutamente ingiustificata, chiarendo una volta per tutte al Sindaco Iulianella che per ben amministrare un paese è necessario confrontarsi quotidianamente con tutta la cittadinanza e avere l’accortezza di portare all’interno del Consiglio Comunale le decisioni fondamentali e più importanti per il futuro del nostro paese, evitando atteggiamenti individualistici e monocratici di cui Pescina non ha assolutamente bisogno, soprattutto se portano a risultati incomprensibili e nocivi per il la nostra cittadinanza”.

D.D.N.