A CANISTRO LA FESTA PER I 30 ANNI DELL’AVIS LOCALE


Un abbraccio collettivo e di gruppo, capace di andare oltre i confini comunali. Tutto questo e molto altro sarà la festa calendarizzata per domenica prossima, 8 luglio, a Canistro, dedicata all’Associazione di Volontariato locale Avis, una realtà attiva da 30 anni e per 365 giorni all’anno su suolo solidale territoriale. Una celebrazione ingegnosa, con l’intento di trasmettere ai presenti tutto il sapore del volontariato e dell’umanità che l’Avis ha seminato nel tempo. E la sera: spettacolo di Corrado Oddi in piazza, per tutti.

Non solo donazioni di sangue, non solo raccolta di azioni benefiche, non solo memoria, non solo Avis, non solo 30 anni. Anzi: gli anni sono molti di più se osservati attraverso i cuori delle persone che l’hanno fatta crescere nel tempo. La solidarietà è un dettaglio che va celebrato con la lentezza di un sorriso e la velocità di un’idea. Proprio questo accadrà a Canistro, domenica prossima, 8 luglio. L’Avis locale, assieme all’Amministrazione comunale, invita la Marsica a prendere parte al trentennale dell’Associazione di volontariato più adulta di sempre. Ma anche bambina, in fondo: poiché, sotto la veste dell’esperienza, si nasconde ancora l’energia di una vera 18enne. Gli imperativi del trentennale di domenica? Saranno due: donare e ricordare.

Domenica prossima, a Canistro, sarà festa grande, di paese e di popolo, per i 30 anni dell’Avis locale. Sono state invitate a presenziare anche le delegazioni consorelle dell’Avis di Canistro, invitate nel Comune rovetano proprio per la felice occasione. Dall’entroterra alla costa, giungeranno nella Valle Roveto circa 50 sezioni. Non mancherà, poi, nemmeno l’apporto vivo e vivido da parte della locale squadra di calcio, la FDC Canistro, da sempre al fianco delle iniziative benefiche del paese.

La manifestazione incomincerà di mattino presto, alle ore 9 e 30 in punto, presso la Chiesa principale del Comune. Come da programma, alle ore 10 e 15, si snoderà per le vie del paese il Corteo delle delegazioni, il quale concluderà con la deposizione delle corone. Scenderà in campo anche la Banda musicale di Civitella Roveto, che seguirà passo passo, in musica, tutte le tappe che compiranno, quel giorno, i volontari della donazione del sangue, come una vigile colonna sonora. In Chiesa, poi, si svolgerà una parte pulsante del cuore vivo della manifestazione programmata: dopo i saluti iniziali, affidati al parroco di Canistro, il sindaco Angelo Di Paolo saluterà i presenti assieme al presidente storico dell’Avis cittadina, Marino Fontana. Saranno del gruppo anche il presidente dell’Avis regionale Giulio Di Sante e il presidente dell’Avis giovani provinciale, Antonio Giovanni Iulianella. Alle ore 12, verrà celebrata la santa funzione e, a seguire, si banchetterà a pranzo, con cibo e vivande preparati ed offerti dalle energie umane della Pro Loco locale, da poco rinnovata. «Si tratterà di una giornata di festa – spiega il consigliere comunale Cristiano Iodice – ma anche di una giornata infervorata dall’atmosfera più tipica dei ricordi: si renderà giusta memoria, di fatti, alla figura di Mario De Michele, donatore costante di sangue, spirato a causa di una lunga e terribile malattia. La sua scomparsa prematura gettò un’ombra di lutto sui cuori delle persone che lo conoscevano e che gli volevano bene. L’Avis locale ricorderà a dovere questo paladino della donazione».

«Da sempre al fianco del settore sociale, il terzo, l’Amministrazione comunale, di certo, – aggiunge il sindaco Di Paolo – non si tira indietro se si tratta di rendere omaggio ed onore ad una realtà così ricca dentro come l’Avis di Canistro. I volontari sono guerrieri preziosi per un territorio: domenica prossima, accoglieremo tutte le delegazioni con garbo e convivialità. Siamo pronti a stilare un bilancio delle azioni benefiche effettuate».

L’Avis di Canistro, però, si festeggerà anche di sera, in piazza, grazie alle ingegnerie e alle energie dello spettacolo elaborato e allestito dall’attore abruzzese Corrado Oddi, dedicato alla filosofia enogastronomica dello Stivale, rivisitata in chiave storico- culturale. ‘A Teatro con Gusto’, questo il titolo dello show, è un progetto attoriale e recitativo, che si fonda sul duplice meccanismo dell’interazione con il pubblico e dell’itinerario raccontato. L’idea di fondo è quella di promuovere l’enogastronomia, cercando di rendere manifeste le relazioni e le interazioni fra teatro e cibo. Alle ore 21 e 30 di domenica sera, quindi, l’attore, originario di Trasacco, creerà la classica magia dell’arte gustata dal vivo. I testi e i sonetti di Trilussa e di Giuseppe Gioacchino Belli concluderanno, infine, l’esibizione live. La manifestazione è organizzata dall’Avis locale, in sinergia con l’Amministrazione comunale, la Pro Loco, la FDC Canistro, l’associazione ‘Corrente Alternata’ e l’associazione culturale fotografica ‘Camera Scura’. Durante l’intervallo dello spettacolo, inoltre, è prevista anche una degustazione di penne al tartufo, a cura del cuoco Antonio De Michele.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24