A MANOPPELLO PICCOLI CITTADINI CRESCONO


A scuola di cittadinanza con sindaco e vicesindaco. I bimbi della scuola dell’Infanzia di Manoppello hanno incontrato nei giorni scorsi il primo cittadino Giorgio De Luca e l’assessore all’Istruzione, nonché vicesindaco, Melania Palmisano e, attraverso domande spigliate e curiose, hanno chiesto agli amministratori informazioni sul ruolo che ricoprono, su quello che fanno quotidianamente per la città, su compiti, responsabilità e obblighi di chi ricopre una carica pubblica. Successivamente gli interessati cittadini di cinque anni hanno mostrato i loro lavori agli amministratori frutto di un percorso sui temi della cittadinanza attiva, sui diritti e sui doveri portati avanti nel corso dell’anno scolastico con le insegnanti Roberta Iezzi e Maria Celeste Meneghetti.

“È stata una grande emozione incontrare i bambini della scuola materna – hanno raccontato il sindaco Giorgio De Luca e l’assessore Melania Palmisano – segno di un ritorno graduale alla normalità. Si tratta di un percorso di studi e di approfondimento che ha riguardato tutte le scuole dell’Istituto di Manoppello che indubbiamente ha lasciato semi fecondi nei bambini e nei ragazzi. Insegnare l’educazione civica, promuovere il rispetto e la conoscenza della Cosa Pubblica, imparare che i diritti vanno di pari passo con i nostri doveri, riflettere su alcune problematiche della società partendo anche solo dal gioco, dal disegno del nostro Tricolore o dal colorare lo stemma della nostra città, è un segnale fondamentale ed efficace. Grazie alla dirigente scolastica Fabrizia Gabriella Di Berardino, alle insegnanti presenti e a tutti i docenti del nostro Istituto – hanno aggiunto De Luca e Palmisano – che in questo anno difficile per la scuola hanno portato avanti anche questo progetto a tutti i livelli di istruzione, dall’infanzia alla secondaria di primo grado, passando per la scuola primaria. Aspettiamo i nostri piccoli cittadini e tutti gli studenti in Municipio, il prossimo anno scolastico per mostrare loro come funziona la macchina amministrativa”.

Di seguito l’estratto del progetto:

Piccoli cittadini responsabili all’IC di Manoppello a cura della Prof.ssa Alessandra Petaccia

“Coraggio…piccolo soldato dell’immenso esercito. I tuoi libri sono le tue armi, la tua classe è la tua squadra, il campo di battaglia è la terra intera, e la vittoria è la civiltà umana”.

Questa, la celebre frase di Edmondo De Amicis, scrittore e giornalista italiano, che incarna, nella misura più reale possibile, l’importanza che ognuno di noi, ed in particolare l’istituzione scolastica, conosce e riconosce all’interno della propria identità culturale. Di qui, l’essenza della trasmissione del credere e della consapevolezza del ruolo dell’essere cittadino “educato” alla comunità intera e collettiva, vissuta nel rispetto della tradizione, dei colori, dei saperi, dei diritti, dei doveri, del proprio credo, dello sviluppo umano e sostenibile…Ed è proprio in quest’ottica trasversale degli apprendimenti, che comprende la conoscenza, la competenza e la comprensione delle strutture e dei profili sociali, economici, giuridici, civici, ambientali, incarnati soprattutto nella tutela del diritto e del dovere, che l’IC di Manoppello ha posto le sue basi per promuovere un processo ed un percorso educativo volto allo sviluppo della cittadinanza attiva, che è stata promossa all’interno dei singoli plessi.

Nello specifico, il plesso della Scuola dell’Infanzia di Manoppello Cu ha sviluppato il progetto ”Tutti insieme per un mondo migliore”, con l’intento e la finalità educativa di formare futuri cittadini responsabili, soffermandosi  sullo studio e la ricerca dell’identità personale e sociale (famiglia, scuola, ambiente e rapporti sociali…), prestando attenzione ai ruoli di tutti e di ciascuno, lavorando, nello specifico,  sui diritti e sui doveri dei bambini, accompagnati dal rispetto delle regole sociali, quali per esempio il gioco, rintracciate all’interno dei comuni di Manoppello e di Serramonacesca. Il tutto ha visto anche la partecipazione del DS dell’IC di Manoppello, prof.ssa Fabrizia Gabriella Di Berardino, e delle autorità locali, rappresentanti il comune di appartenenza dell’Istituto, che sono stati intervistati dai discenti circa i ruoli e le funzioni da essi rappresentati. Dunque, in quest’ottica di accoglimento dell’Educazione civica, presso l’IC di Manoppello, ognitempo e momento diventano Cittadinanza e Costituzione Un’istruzione di qualità, quindi, che è alla base del miglioramento del benessere della vita delle persone, vissuta anche come promozione dell’asse dello sviluppo sostenibile, che è stato ampiamente sviluppato anche all’interno dei plessi dell’Istituto. Ampio respiro è stato dato anche al rispetto della libertà, intesa comepromozione della condizione per cui un individuo può decidere di pensare, esprimersi ed agire senza costrizioni, perché libero di scegliere, senza cioè essere inghiottito dall’ignoranza, ma soltanto perché spinto dalla propria voluntas. Non a caso, “Siamo solo dei puntini rispetto all’intero Universo, ma ognuno di essi ne rappresenta la differenza”, cita la parte iniziale del video multimediale di Educazione civica, realizzato dalla classe 3C della Scuola Secondaria di primo grado di Manoppello Scalo, realizzato sotto la supervisione dei docenti Alessandra Petaccia e Alessio Del Rossi. Un’analisi approfondita, dunque, del diritto all’istruzione, alla parola, al credo, allo sviluppo, alla ricerca, alla salute, alla sicurezza sul lavoro ed all’uguaglianza di genere, con conseguente studio di alcuni articoli della Costituzione e di alcuni obiettivi dell’Agenda 2030, accompagnati dalla realizzazione di plastici e manufatti di diverso genere, che testimoniassero il concetto di libertà ad ampio raggio. Costituzione ed Agenda 2030, dunque, hanno fatto da “cabina di regia”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24