Aielli, domani la conferenza stampa di presentazione del festival Borgo Universo


Aielli (Aq). Dal 6 al 9 luglio 2017 il borgo autentico di Aielli organizzerà “Borgo Universo“, festival di street art, astronomia, libri, musica e teatro. Artisti di fama internazionale realizzeranno murales nel bellissimo centro storico. Gli otto muralisti invitati sono: Aris, Gio Pistone, Never2501, Guerrilla Spam, Sam 3, Luca Zamoc, Nic Alessandrini e Dem. Poi concerti, laboratori, osservazioni astronomiche, concerti e molto altro.

Domani, mercoledì 28 giugno alle ore 12, presso la sala”Filippo Angelitti”, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’evento alla presenza del direttore artistico Alleg, del sindaco di Aielli Enzo Di Natale, del direttore del dipartimento cultura Regione Abruzzo dottor Zappacosta e della DMC Marsica. 

“Con Borgo Universo – afferma il Sindaco Enzo Di Natale – realizziamo un’idea che viene dal basso. Quella di riqualificare e abbellire alcuni scorci del nostro borgo, uno dei pochi mezzi che abbiamo per riappropriarci del territorio, per valorizzarlo e promuoverlo attraverso percorsi autentici ed originali. Pareti abbandonate possono trasformarsi in tele su cui dipingere splendidi disegni e i vicoli del paese possono diventare piccole gallerie d’arte. Con l’arte murale ad Aielli proviamo a coniugare storia, tradizione e modernità. Un mix perfetto per stimolare l’interesse e suscitare la curiosità per il nostro paese”.

“Borgo Universo è un progetto che ha visto impegnate diverse forze in campo – ricorda ancora il Sindaco, dal Comune di Aielli alla DMC Marsica, da Borghi Autentici alle Associazioni del paese come Primavera Aiellese e Libert’aria e a fondazioni come Vita ONLUS, passando per tutti gli sponsor privati che cofinanziano l’evento e anche grazie al gemellaggio con il festival Arzibanda.”
La sezione artistica del progetto è curata appunto da Andrea Parente, in arte Alleg, artista visivo e muralista originario di Tagliacozzo, che così descrive le scelte del tema principale e degli artisti presenti ad Aielli nelle prossime settimane: “Quello che si sta provando a fare è convogliare sui muri un pensiero attraverso le pratiche mani dei pittori. Le pareti non sono un semplice supporto, ma la forma di un pensiero molto ampio e storico, col quale si può interagire in molti modi, tra i quali appunto la pittura. È un atto paesaggistico, anche se superficiale, che speriamo faccia assomigliare i muri alle persone che li abitano, rendendoli in qualche modo “vivi”.”

Per maggiori informazioni basta visitare la pagina ufficiale della manifestazione.

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24