Al via il bando per l'affidamento del servizio di recupero salme e trasporto funebre per non abbienti


L’assessore Allegrino: “Così sarà possibile dare un funerale dignitoso a persone sole in condizioni di indigenza e a cittadini poverissimi”

COMUNICATO STAMPA COMUNE DI PESCARA. 

Pubblicato oggi sul sito istituzionale il bando per l’affidamento, per tre anni, del servizio di recupero salme e di trasporto funebre per i non abbienti da parte del Comune di Pescara. Il settore Politiche per il cittadino e Programmazione sociale ha indetto la gara d’appalto, ad evidenza pubblica per un importo complessivo presunto, a base d’asta, pari a 80.760 euro. Per rispondere le ditte interessate avranno tempo fino al 14 novembre prossimo.

Il servizio, oltre a garantire il funerale a persone sole non abbienti, o a nuclei familiari con redditi a livello di indigenza, prevede anche il recupero delle salme di persone decedute a causa di incidente sulle strade del territorio comunale, o di decessi per altre cause, avvenuti sulla pubblica via, su richiesta dell’Autorità giudiziaria, dei Carabinieri o della Polizia di Stato, con il successivo trasporto in obitorio.

Il bando è consultabile al seguente link:

(http://www.comune.pescara.it/internet/index.php?codice=720&view=bando&bnd=175),

 

“Si tratta di una forma di assistenza essenziale per tante famiglie che sono in stato di bisogno e che non possono garantire un funerale ai propri cari, visti gli alti costi da sostenere – afferma l’assessore alle Politiche sociali, Antonella Allegrino – Ci consente anche di assicurare un servizio funebre a quelle persone che sono in stato di povertà assoluta e che muoiono, spesso in totale solitudine, in ospedale o in casa. In tutti questi casi, verranno garantiti  dal Comune un servizio funebre completo e decoroso, rispettoso della dignità del defunto, e l’inumazione nel cimitero”.

 

Le ditte che vorranno partecipare alla gara dovranno avere  i seguenti requisiti: devono aver presentato al Comune la Scia per l’esercizio dell’attività oggetto di gara; devono avere la disponibilità funzionale, documentata e certificata, di almeno un’ auto funebre e di autorimessa, in possesso di specifica certificazione di agibilità, dotata delle attrezzature e dei mezzi per la pulizia e la disinfezione: devono garantire la disponibilità di almeno una sede idonea alla trattazione degli affari amministrativi, ubicata nel Comune in cui si è stata presentata la Scia; devono aver svolto servizi nel settore di attività oggetto di gara nel triennio 2013/2015, per un importo di fatturato complessivo, per i 3 anni, di  27mila euro (Iva esclusa).

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24