:ANTONIO CASTRICONE: “E’ IL MOMENTO DI PENSARE AL FUTURO DELL’OSPEDALE DI POPOLI”


“Salvo grazie alla mia attività di parlamentare e al monitoraggio  messo in atto con il presidente Luciano D’Alfonso. Ora c’è da pensare  al futuro prevedendo il personale medico ed infermieristico oggi  mancante. E bisogna attivare subito ulteriori 20 posti di  riabilitazione intensiva”

Antonio Castricone, parlamentare negli ultimi cinque anni nelle fila  del Pd e candidato per il collegio 4 (Chieti, Valle Peligna, alta Val  Pescara) interviene sul salvataggio dell’ospedale di Popoli:  “Salvo  grazie alla deroga al decreto legislativo Lorenzin da me ottenuta e  alle conseguenti sollecitazioni esercitate nei confronti del governo  regionale” commenta il parlamentare.

“Tutto è partito dall’approvazione del mio emendamento che conteneva  interventi in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 2016 e  2017, prevedendo, fra le altre cose, la sospensione per 48 mesi del  decreto ministeriale 70 Lorenzin  per i territori ricompresi nel  cratere sismico 2009 e 2016 – aggiunge Antonio Castricone -.  Consentendo quindi a realtà come quella di Popoli di vedere  salvaguardato il presidio ospedaliero. Il mio impegno politico è  infatti da sempre a difesa della sanità pubblica. L’offerta di cura  diffusa sul territorio e la fondamentale salvaguardia degli ospedali  periferici, sono una parte irrinunciabile delle mie battaglie”.

“Ora è il momento di pensare al futuro dell’ospedale di Popoli, di  ridare slancio al presidio – conclude Antonio Castricone -. Prevedendo  il personale medico ed infermieristico oggi mancante. In più è  fondamentale attivare immediatamente ulteriori 20 posti di  riabilitazione intensiva codice 56. E’ quindi necessario che la giunta  regionale recepisca subito il piano occupazionale che la Asl dovrà  presentare entro il 17 febbraio. Uno strumento indispensabile per  poter assumere il personale necessario. Vigilerò affinché questo  avvenga nei prossimi giorni così che la Asl possa dare avvio al  reclutamento del personale”.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24