ARROSTICINENTREFFEN 2018, SI RIPETE IL MOTORADUNO DOPO LE POLEMICHE DELL’ANNO SCORSO


La locandina dell’Arrosticinentreffen 2018

L’Arrosticinenetreffen, il motoraduno tra i più noti e più longevi del centro Italia, arriva alla sua decima edizione. Il decennale sarà celebrato sabato 14/07/18. Da un’idea nata da un gruppo ristretto di amici, il raduno ha portato ad un coinvolgimento sempre maggiore, tanto che ora l’organizzazione necessita di alcune accortezze per non ripetere gli errori dello scorso anno. Infatti nell’edizione scorsa infuriarono le polemiche dopo che in Località Fonte Vetica, il dopo raduno mostrò la piana del Gran Sasso con rifiuti sparsi nei pressi del rifugio Mucciante. In parte furono polemiche strumentali visto che all’alba gli stessi titolari del Rifugio si misero a pulire la piana. Fatto sta che quelle polemiche hanno spinto gli organizzatori a cambiare location, a prendere degli accorgimenti e a stilare un regolamento.

Di seguito il comunicato scritto dall’associazione dilettantistica di Caserta W la Moto, organizzatrice dell’evento, che quest’anno sposta la location in quel di Farindola, nella Baia della Sceriffa in località Rigopiano. Nel testo sono spiegate le ragioni del cambio, le regole da osservare per il motoraduno e il rispetto da tenere verso la montagna e la fauna, ma soprattutto, al luogo che porta ancora i segni dell’immane tragedia dell’Hotel di Rigopiano che, ricordiamo, il 18 gennaio 2016 fu travolto da una valanga che spezzo la vita di 29 persone. A tal proposito si invita a non esercitare il macabro turismo che a volte spinge la persone a fotografare i resti dell’hotel o addirittura a farsi dei veri e propri selfie con lo sfondo di quel che resta dell’albergo. Di seguito il testo completo.

“ARROSTICINENTREFFEN 2018 – IL DECENNALE

Torna l’appuntamento annuale per salire in sella e reincontrarci da tutta Italia nella magica atmosfera che solo questo motoraduno può far vivere.

In questa edizione ricorre il decennale della nostra manifestazione, nata dallo spirito di avventura di 8 amici, che in sella alla propria moto decisero di affrontare la notte al bivacco pur di degustare i prodotti tipici dell’altipiano più maestoso dell’appennino italiano.

Da quel lontano 2008, ogni anno è diventata consuetudine imbrigliare la moto con tenda e sacco a pelo, quasi come rito propiziatorio per la vacanza estiva, ed inforcarla in direzione del Gran Sasso d’Italia, alla volta di panorami eccezionali, borghi incantevoli, e soprattutto… degli ARROSTICINI!!

Da quel lontano 2008 ogni anno chi è venuto si è talmente divertito ed è rimasto talmente soddisfatto di questi 2 giorni in moto, che è tornato, ed ha portato con sè anche gli amici.

Fino al 2017, quando il numero dei partecipanti si è aggirato intorno a 1000 motociclisti.

Il numero spropositato dei partecipanti, se da un lato ci ha fatto estremamente piacere, in quanto denota come questa accezione del mototurismo sia largamente apprezzata per la sua semplicità ed essenzialità, dall’altro lato ci ha spiazzati e colti impreparati nella gestione di alcune dinamiche del motoraduno.

Soprattutto abbiamo maturato la consapevolezza, anche attraverso il supporto delle autorità locali, che il sito di Fonte Vetica non è adatto per ospitare una tale mole di persone al bivacco.

Pertanto, sebbene l’organizzazione dell’evento non preveda alcun tipo di pernotto, la cui scelta viene demandata al singolo partecipante, bisogna comunque prendere atto che il numero di persone e tende al seguito è divenuto concretamente rilevante.

Per tutto quanto spiegato, la carovana dell’ARROSTICINENTREFFEN si sposta, ma non di molto.

Dal 2018 siamo a Farindola in località Rigopiano presso LA BAITA DELLA SCERIFFA, a soli 15 minuti dalla piana di Fonte Vetica. La nuova location è altrettanto suggestiva rispetto a quella pcedente, anche se in tema diverso.

Dal 2018, data l’esperienza maturata ed i numeri raggiunti, verranno stabilite delle regole, che verranno distribuite a tutti i partecipanti, per rendere l’evento a “IMPATTO ZERO” e che possono essere riassunte

nel seguente decalogo:

  1. E’vietata la circolazione delle moto se non nelle zone esplicitamente consentite
  2. E’ vietato accendere fuochi o braci al di fuori delle zone predisposte
  3. E’ vietato accendere giochi pirotecnici
  4. Il bivacco è consentito dal tramonto all’alba
  5. Al termine del pasto raccogliere qualsiasi rifiuto per gettarlo negli appositi contenitori
  6. Raccogliere intorno alla tenda qualsiasi tipologia di rifiuto (anche i biodegradabili). Verranno distribuiti sacchetti per i rifiuti personali
  7. Verranno installati sul posto un numero adeguato di wc: e’ vietato usare la natura come latrina pubblica.
  8. E’ vietato utilizzare le moto, soprattutto di notte, per sgasate o comportamenti non consoni. I trasgressori verranno immediatamente allontanati
  9. E’ vietato accendere musica ad alto volume e compiere qualsiasi altro atto che disturbi la fauna locale.
  10. E’ doveroso sottolineare che non lontano dal luogo dell’incontro si è consumata, poco tempo fa, una irragionevole tragedia che ha sconvolto la vita delle persone che vivono i luoghi che ci ospitano. Pertanto l’organizzazione raccomanda sempre un comportamento consono, ma soprattutto raccomanda un comportamento rispettoso del dolore di queste famiglie, evitando obrobriose processioni turistiche, fotografie, ecc.ecc.

Si raccomanda tutti i partecipanti di rispettare ogni aspetto del codice della strada e di vivere questo incontro con la dovuta “saggezza” che contraddistingue i motociclisti per bene.”

Commenti Facebook

About Vincenzo Chiarizia

Vincenzo Chiarizia
Vincenzo Chiarizia, 35 anni, penna dello sport abruzzese. Ha iniziato a scrivere nel 2013 per alcune testate regionali. Nell’estate del 2016 inizia il suo percorso su Ilfaro24 e MarsicaSportiva. E’ laureato in Scienze della Comunicazione e specializzato in Pubblicità e Comunicazione d’impresa.

Potrebbe interessarti:

Frana Casoli di Atri, Monticelli e Mazzocca rispondono alle accuse  

“Ancora una volta ci troviamo, nostro malgrado, a dover tornare su una vicenda dall’iter chiarissimo, …