Avezzano. Gran Fondo MTB, in 300 alla conquista del Velino – Sirente


Avezzano(AQ). Successo doveva essere e lo è stato all’ombra del Velino-Sirente e ad Avezzano, per la  decima edizione della Granfondo Mtb La Via dei Marsi-Sport e Avventura, seconda prova dell’Abruzzo Mtb Cup e sotto l’egida della  Federciclismo Abruzzo.

Nonostante  le incertezze delle condizioni metereologiche, l’Avezzano  Cycling Team di  Gianluca Colabianchi è riuscito a creare un grandissimo evento di richiamo per  i miglior bikers del Centro Italia, con alcune presenze anche dal Nord Italia, che ha esaltato tutta la mountain bike nel territorio abruzzese ed anche in quello  marsicano sia dal punto di vista turistico-promozionale che  tecnico relativo al  percorso e alla logistica.

Con  un’accoglienza degna delle grandi occasioni, il Centro  Merci della Marsica, sede della Croce Rossa Italiana (grazie alla sinergia con la vice presidente  nazionale Maria Teresa Letta e il direttore del polo  Pierluigi De Ascentis), è  diventata a tutti gli effetti “la casa” della granfondo marsicana, che si è disputata sulla distanza di 44 chilometri per la gara regina con l’attraversamento di alcune strade a nord di Avezzano (apprezzata la partenza ad andatura turistica dagli oltre 300 bikers ai nastri di partenza) per poi riallacciarsi al percorso delle scorse edizioni, caratterizzato da un  alternarsi di salite e discese, sterrato puro, panorami da  ammirare e la suggestione  del sito archelogico di Alba Fucens per un tuffo all’indietro nella storia di  oltre 2000 anni fa.

La  prova di Vittorio Oliva (1°open) e del colombiano Yamed Hilvar Malaver (2°open), entrambi del Team Carbonhubo (che ha sede a Brescia), è stata di notevole spessore firmando rispettivamente il primo e il secondo posto assoluto con 1’23” su Alessandro Valente (D’Ascenzo Bike – 3°open) giunto terzo, a ridosso del podio Marco Ciccanti (Bici Adventures – 4°open) eGiovanni Gatti (Mtb SantaMarinella-Cicli Montanini – 5°open).

Alle spalle dei primi cinque open, obiettivo traguardo raggiuntoper i migliori di categoria a cominciare da Mauro Tucceri Cimini (Avezzano Cycling Team – 1°master  2), Luca De Nicola (SS Lazio Ciclismo – 6°open), Luca Alfano (Ciclistica L’Aquila – 1°élite sport), Pierluigi Maccallini (Collarmele Mtb – 1°master 3), Matteo Colaiacovo (Bike Shock Team – 1°master 1), Samuele Volpe (D’Ascenzo Bike – 2°élite sport), Paolo Della Rocca (Avezzano Cycling Team –

2°master 3), Attilio Pignotti (D’Ascenzo Bike – 1°master 4), Marco Fortunato (Cicli Buracchio – 1°master 6), Maurizio Parisse (Bike Pro – 2°master 2), Alessandro Diletti (Raven Team –3°master 3), Alessandro Petrillo (Abruzzo Mtb Team Protek– 1°juniores), Angelo Pizzuto (D’Ascenzo Bike – 2°juniores), Cristian Mariani (Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini – 3°juniores), Gianni Tano (Bicimania Fossacesia – 2°master 1), Guido Casciano (Bike Shock Team – 3°élite sport), Daniele Pallini (Team Go Fast – 3°master 1), Domenico Campini (Paolucci All Bike – 3°master 2), Enrico Pizzi (Mtb Club Rieti – 2°master 4), Gennarino Musilli (Rampiclub Barrea – 3°master 4), Angelo Campana (Rampiclub Barrea – 1°master 5), Alessandro Basile (Avezzano Cycling Team – 2°master 5), Luigi Sorgi (Avezzano Cycling Team – 3°master 5),Francesco Centurame (Mkg Cycling Team – 2°master 6), Emidio Ianni (Ciclistica L’Aquila 3°master 6), Mauro D’Alessio (Ciclistica L’Aquila 1°master over), Pio Tullio (Ciclistica L’Aquila – 2°master over), Antonio Seritti (Asd Salcef – 3°master over) e Luigi Di Lello (Vastese Inn Bike – 4°master over).

 

Al femminile la prima a presentarsi sul traguardo è stata Chiara Spurio (SC Villa Sant’Antonio), in luce anche le dirette avversarie Karin Sorgi (Avezzano Cycling Team), Letizia Giardinelli (Squadra Corse Freebike), Monica Alati (Rokka Bike), Luisa Rita Di Iorio (Bike Shock Team), Sara Storione (Bike 99), Barbara Pizzi (Avezzano Cycling Team) ed Emanuela Bargoni (Angelini Cycling Team).

 

Alla presenza di Fabrizio Amatilli (assessore allo sport di Avezzano) e Mauro Marrone (presidente della Federciclismo Abruzzo), lamacchina organizzativa della Granfondo Mtb La Via dei Marsi-Sport e Avventura ha funzionato allameraviglia e l’edizione 2016 si è distinta sia per laragguardevole partecipazione che per l’encomiabile organizzazione come punto fermo di tutte le manifestazioni legate alla bicicletta nella Marsica grazie a una garanzia sul territorio chiamata Avezzano Cycling Team che è una società multidisciplinare ed aperta agli amanti della bicicletta per tutte le età.

granfondo-mtb-la-via-dei-marsi-1 granfondo-mtb-la-via-dei-marsi-2 granfondo-mtb-la-via-dei-marsi-3

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24