Avezzano, Marino si presenta: “Non mi spaventano le responsabilità”. Paris: “Playoff o vado via”


Avezzano. Giornata di presentazione ufficiale per Umberto Marino alla guida dell’Avezzano Calcio. Il neo tecnico biancoverde è stato accolto da stampa e tifosi presso lo Stadio dei Marsi, in una conferenza tenuta insieme al presidente Gianni Paris.

Sintonia totale con Paris – “Io sono un tipo passionale come il presidente, tra due persone così c’è sempre sintonia”. Le prime parole di Marino in biancoverde descrivono l’uomo ma anche l’allenatore. L’avventura del mister di Gualdo Tadino parte dalle giovanili del Siena per poi approdare su panchine blasonate come Brescia, Reggina e Triestina come vice di Ivo Jaconi. Prima vera esperienza individuale a Chieti, stagione 2015/2016: “Prendemmo la squadra al quint’ultimo posto ed arrivammo sesti ad un passo dai playoff – continua Marino – Lo scorso anno, però, sono rimasto a casa. In questa categoria non c’è molta meritrocrazia”. La carriera da allenatore dell’attaccante umbro (450 presenze tra Serie B e C) farà nuovamente tappa in Abruzzo, stavolta fronte marsicano.

Obiettivo playoff – La stagione alle porte sembra essere di quelle decisive per il club biancoverde. “L’obiettivo per la prossima annata sarà quello di disputare un campionato di vertice con l’obiettivo di raggiungere i playoff – esordisce il presidente Paris – Dopo un decimo ed un ottavo posto ho promesso a me stesso qualcosa di più importante, motivo per cui se l’Avezzano non dovesse raggiungere i playoff lascerò la società“. Ambizioni importanti che non sembrano spaventare Umberto Marino: “Non mi fanno paura le responsabilità, voglio giocatori, ma soprattutto uomini, giusti per raggiungere questo importante obiettivo”. L’atteggiamento del nuovo undici biancoverde seguirà precise indicazioni: “Voglio una squadra aggressiva, che sia padrona del campo, sia in casa che in trasferta – continua il nuovo allenatore – Voglio che i giocatori diano l’anima per i tifosi e per la società. Imposterò gli allenamenti sull’intensità con la palla”.

Mercato, rosa stravolta – Alla nomina di Marino seguirà un’importantissima sessione di calciomercato in cui la rosa dell’Avezzano sarà letteralmente stravolta: “Saranno confermati solo gli under (giocatori classe ’98 e ’99, ndr) – afferma Paris – Gli over andranno tutti via, hanno mancato di rispetto a me ed alla società, ho intrapreso una linea dura con loro”. Sarà, dunque, una squadra nuova del 90%, con la sola conferma degli under presenti nella scorsa stagione. “Ho già suggerito due o tre elementi alla dirigenza – confessa Marino – voglio giocatori pagati il giusto che diano tutto per la squadra, non voglio gente strapagata che non si impegna”. L’allenatore ex Chieti, inoltre, sarà affiancato da uno staff tecnico tutto marsicano.

Questione tifosi – Nodo spinoso dell’ultima stagione è stato il clima tesissimo tra i tifosi e il presidente Paris, con la Curva Nord che ha disertato le partite interne al Dei Marsi: “Non so bene cosa sia successo l’anno scorso – prosegue Marino – Vorrei che si cancellasse tutto e si ripartisse da zero, vogliamo conquistare il pubblico sul campo e con il nostro impegno. Dobbiamo avere collaborazione da parte di tutti”.

Girone F e Coppa Italia – Punto interrogativo delle ultime settimane è stato il girone in cui verrà inserito l’Avezzano nel prossimo campionato di Serie D. Paris toglie ogni dubbio: “Torneremo a giocare nel girone F (quello abruzzese e marchigiano, ndr), avremo la possibilità di sfidare squadre blasonate e diversi capoluoghi di provincia”. Il presidente biancoverde pone l’accento su un altro obiettivo stagionale, la Coppa Italia: “Chiedo pubblicamente a mister Marino di non sottovalutare l’impegno di Coppa, voglio andare il più avanti possibile e senza turnover. La Coppa Italia mette in palio la promozione in Lega Pro, è molto importante per noi”.

Luca Pulsoni

Leggi anche su MarsicaSportiva.it

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24