Avezzano. Pratiche edilizie velocizzate e movimentate risorse per 150 milioni di euro. L’Amministrazione Di Pangrazio mantiene le promesse


Gianluca Presutti: «Per la Provincia, il Comune di Avezzano è il migliore nella Pianificazione Urbanistica»

AVEZZANO – Velocizzazione della burocrazia comunale e, come risultato, una forte iniezione all’economia cittadina.
Questo è uno dei risultati principali dell’Amministrazione Di Pangrazio in questo primo scorcio di attività.
Il riferimento riguarda il forte impulso dato all’attività edilizia, dovuto alla riorganizzazione ed all’efficientamento del Settore Urbanistica.
Gli oltre 1000 procedimenti amministrativi, fra “Scia”, “Cilas” e “Sismabonus”, portati a definizione dagli uffici comunali, infatti, hanno permesso di mettere in circolazione risorse economiche per circa 150 milioni di euro.
Una cifra rilevante già di per sé, ma che assume un significato ancora più alto se si tiene conto del difficile periodo, fra pandemia, post-pandemia e situazione bellica, che ci si trova ad affrontare.
Un risultato che l’Amministrazione comunale aveva messo fra i punti principali del proprio programma elettorale e che, come nel costume dell’uomo Di Pangrazio, è stato puntualmente mantenuto.
Ma andiamo nello specifico dei dati.
Il Settore Urbanistica del Comune di Avezzano, dall’inizio del 2021 ad oggi, ha curato complessivamente oltre 1050 procedimenti amministrativi in materia urbanistica, così suddivisi:
400 Cilas (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata Superbonus);
645 Scia (Segnalazioni Certificate Inizio Attività), di cui 510 lo scorso anno e 135 nei primi tre mesi e mezzo di quest’anno;
20 Permessi di Costruire rilasciati.
Il 30% delle Cilas ha interessato condominii ed il 70% case singole. Gli interventi hanno riguardato sia l’efficientamento energetico che il miglioramento strutturale.
Oltre il 20% delle Scia ha consentito di avviare interventi finanziati dal “Sismabonus” ed alcune di queste anche operazioni impegnative di demolizione e ricostruzione.
I permessi di costruire hanno invece avuto ad oggetto consistenti interventi di demolizione e ricostruzione di edifici o strutture di rilevanti dimensioni.
Complessivamente, e questo è il dato di prestigio, questa attività ha consentito interventi di miglioramento del patrimonio immobiliare privato su oltre 1300 unità abitative.
Attività che ha prodotto una movimentazione di risorse economiche per circa 150 milioni di euro, il che colloca Avezzano al vertice dei comuni abruzzesi.
«Si tratta di un risultato eccezionale soprattutto se si considerano le difficoltà che stiamo vivendo a livello generale e la carenza di organico causata dai vincoli di bilancio – dichiara l’avvocato Gianluca Presutti, Presidente della Commissione Urbanistica e Lavori Pubblici del Comune di Avezzano- .
Individuato il “Sismabonus” come una straordinaria opportunità, sin dal nostro insediamento, come promesso in campagna elettorale dal Sindaco – prosegue Presutti – , abbiamo messo in campo una serie di provvedimenti efficaci che hanno contribuito al raggiungimento di questi risultati.
Abbiamo proceduto ad incaricare cinque tecnici esterni per definire i vecchi condoni e abbiamo affidato ad una cooperativa l’attività di supporto al Settore.
Sempre su nostra iniziativa, poi, abbiamo istituito un’articolazione dello stesso Settore dedicata al “Superbonus” e, infine, esteso alla “Zona A” la “Scia 2” che consente una rilevante semplificazione delle procedure amministrative.
Voglio aggiungere – conclude con orgoglio Il Presidente della Commissione Urbanistica comunale Gianluca Presutti – che l’alto livello raggiunto dal Settore urbanistica del nostro Comune è stato riconosciuto anche dai dirigenti e funzionari della Provincia.
Nella presentazione del Piano territoriale, tenutasi la scorsa settimana a L’Aquila, infatti, il nostro Comune è stato riconosciuto come il migliore della Provincia in materia di pianificazione urbanistica».

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24