BDSM: libri e film per saperne di più


Quando qualche anno fa il mercato editoriale è stato letteralmente invaso da libri erotici e dalle successive trasposizioni cinematografiche, il mondo e gli italiani hanno scoperto il BDSM. Ma è stato davvero così?

Certamente, no. L’interesse e la passione per queste pratiche sono antichi quanto il mondo, solo che magari oggi si ha un nome univoco per definire tutto ciò, che è noto proprio con l’acronimo di BDSM, ovvero: Bondage & Disciplina (B&D) Dominazione & Sottomissione (D/s o Ds).
           

Sadismo & Masochismo (S&M o SM)

Come si evince, si tratta di un campo estremamente articolato, che ingloba in sé molteplici ambiti, pratiche e condizioni. Di fatto, siamo davanti a quella che si può (e si deve) definire come una cultura sessuale complessa, difficile da etichettare appieno.

Ma se volessimo sapere di più sull’argomento? Come dicevamo in apertura, la letteratura e la cinematografia possono darci una panoramica interessante sul tema, anche se in alcuni frangenti un po’ edulcorata. Vediamo, allora, quali sono i libri da leggere ed i film da visionare sul BDSM, grazie alle dritte del sito di incontri specializzato Bdsmonline.eu.

Letteratura BDSM: 3 libri da non perdere

I libri sono il volano della conoscenza, a più livelli. E anche in ambito di nozioni BDSM abbiamo dei veri e propri capostipiti della letteratura di genere. Ecco i tre da leggere assolutamente:

  1. La filosofia del boudoir: è un’opera del Marchese de Sade, celebre scrittore, politico e libertino francese dal quale prendere il nome il termine “sadismo” ed altri affini. Pubblicato per la prima volta nel 1795, venne inizialmente considerato come un’opera scandalosa. Nel tempo, però, la sua definizione si è orientata verso il dramma socio-politico. Un libro decisamente interessante, a più livelli.
  2. Venere in pelliccia: scritto da Leopold von Sacher-Masoch, è un libro dove arte, letteratura ed erotismo si innestano l’uno all’altro. Qui si esplora la dinamica fra mistress e slave. Pubblicato nel 1870 per la prima volta, nel 1878 venne rimaneggiato dall’autore stesso per essere ripubblicato in versione ampliata.
  3. Histore d’O: decisamente il più recente dei tre, pubblicato per la prima volta nel 1954 ed oggi fra i classici della narrativa BSDM. La scrittrice, Pauline Réage (pseudonimo di Dominique Aury) descrive l’addestramento di una       giovane donna che diventerà una slave.

Film BDSM: 3 titoli da vedere subito

Veniamo, adesso, alla cinematografia. Anche qui abbondano i film a tema, molti dei quali sono proprio ispirate dai libri più celebri sul BDSM.Non è un caso, infatti, che per tutti e tre i libri elencati in precedenza, esistano effettivamente delle trasposizioni cinematografiche.Ma quali sono i 3 film da vedere subito? Eccoli:

  1. Maitresse: è un film di Barbet Schroeder del 1975 con protagonisti Gerard Depardieu e Bulle Ogier. A causa di alcune scene troppo spinte, il film venne             censurato in diversi Paesi europei e per le riprese venne ingaggiata una vera mistress professionista, come controfigura.
  2. Secretary: diretto da             Steven Shainberg ed uscito nelle sale nel 2002, ha come protagonisti James Spander e Maggie Gyllenhaal. La storia parla di un rapporto di sottomissione master e slave, che si instaura fra una giovane segretaria ed un avvocato.
  3. The Duke of Burgundy: è un film di Peter Strickland del 2014, presentato al Toronto Film Festival ed al Torino Film Festival. Le protagoniste sono due donne, Cynthia (Sidse Babett Knudsen) e la sua domestica ed allieva Evelyn (Chiara D’Anna). Fra le due c’è un rapporto di dominazione e sottomissione, ma la pellicola riserva davvero tante sorprese…

I numeri del BDSM in Italia

Nel nostro Paese, il BDSM è decisamente molto considerato.Secondo una ricerca pubblicata da Affari Italiani.it, pare che siano ben 4 milioni di adulti ad apprezzare le pratiche e gli incontri BDSM. Più nel dettaglio, gli uomini amano essere dominati, gradendo particolarmente la parte dello slave.

C’è da dire, però, che la componente maschile dei praticanti BDSM si attesta su di un valore importante, ben l’89% del totale. Ciò porta a definire l’equazione che, per ogni mistress vi sono 5 slave, ma per ogni schiava vi sono ben 17 master.

Dunque, un po’ di disequilibrio c’è in termini di numeri, ma sappiamo bene che l’evoluzione dei ruoli è in continuo divenire e nell’ambito sessuale niente è statico ed imperituro.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24