Blitz antidroga dei Carabinieri con unità cinofile. Smantellato market della droga gestito dai rifugiati


Alba Adriatica – Massiccia operazione, la scorsa notte, dei Carabinieri della Compagnia di Alba Adriatica diretti dal Maggiore Emanuele Mazzotta (foto) con personale del N.O.R. e delle Stazioni dipendenti e con le unità cinofile di Chieti che hanno effettuato un blitz sotto la pineta nord del lungomare Marconi.

Nel corso dell’operazione di polizia, che ha visto impegnati, oltre all’unità cinofile antidroga, anche 16 militari dell’Arma con 8 automezzi, è stata cinturata a margine e con discrezione la pineta in questione e subito dopo è scattato l’irruzione nel corso della quale è stato arrestato in flagranza di reato – tra gli applausi dei numerosi presenti che hanno assistito in diretta – un nigeriano 22enne, richiedente protezione internazionale, domiciliato ad Alba Adriatica, che aveva allestito un vero e proprio banchetto all’aperto sotto la pineta dove riceveva le ordinazioni e smerciava la “roba” ai numerosi clienti (locali e turisti) che evidentemente avevano trovato un loro punto di riferimento dove rifornirsi. Durante l’intervento dei militari il giovane ha frettolosamente tentato di disfarsi delle varie confezioni di stupefacenti,  ma grazie all’intervento di Nox un pastore tedesco, in forza al Comando Compagnia di Chieti che è riuscito – tra gli aghi di pino – a fiutare tutte e 50 le bustine di droga tempestivamente recuperate dai militari operanti. Nello specifico, infatti, sono stati rinvenuto 28 tocchetti di “fumo” “HASHISH” per complessivi 40 grammi e 140 circa di “MARIJUANA”, tutta suddivisa in bustine di varie pesature, pronta per lo spaccio. Nell’ambito della stessa operazione sono stati identificati e denunciati in stato di libertà altri quattro richiedenti protezione internazionale tutti del Gambia, domiciliati presso le strutture ricettive di Alba Adriatica, Martinsicuro e Tortoreto. Nel corso delle relative perquisizioni personali e domiciliari rinvenuti e sequestrati complessivamente ulteriore grammi 20 di stupefacenti Hashish e Marijuana. Nella circostanza segnalati alla prefettura 5 giovani acquirenti.

Per l’arrestato, si è aperta per la notte, la camera di sicurezza della caserma di Alba Adriatica, in attesa del processo per direttissima previsto per la mattinata odierna.

Sono in corso ulteriori e più approfondite indagini per stabilire la provenienza degli stupefacenti ed accertare il ruolo del nigeriano se risulta un semplice pusher ovvero se è inserito in un più ampio contesto criminale ed ha in mano la gestione dello spaccio in questa fetta di provincia.

Con l’operazione in disamina è stato inferto un duro colpo alla fiorente attività di spaccio di droghe leggere che aveva preso piede sotto la pineta grazie alla maggiore concentrazione di cittadini che nel periodo estivo affollano questa località a vocazione turistica.

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24