CADAVERE RITROVATO AD AVERSA DEGLI ABRUZZI, IN CORSO LE INDAGINI DA PARTE DEI CARABINIERI


Nella mattinata di sabato 30 luglio, in Anversa degli Abruzzi (AQ), lungo la s.p. 123 che conduce alla frazione di Castrovalva, alcuni escursionisti hanno segnalato tramite il numero di emergenza 112, la presenza di un sacco a pelo adagiato in una scarpata fuori dalla sede stradale e dietro un muretto, con all’interno una forma dalle sembianze umane.

Dopo aver verificato l’attendibilità della notizia, militari della Compagnia Carabinieri di Sulmona e del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di L’Aquila, coordinati personalmente sul posto dal Procuratore della Repubblica f.f. di Sulmona dr. Stefano Iafolla e dal Sostituto Procuratore dr. Edoardo Mariotti, hanno constatato che all’interno del sacco a pelo era stato occultato il cadavere di un uomo, deceduto per cause in corso di accertamento, di apparente età senile, in avanzato stato di decomposizione, in particolar modo nella parte del volto, reso irriconoscibile.

Dopo lo svolgimento dei rilievi scientifici a cura di personale specializzato dei predetti Comandi Arma e l’esame esterno effettuato dal medico legale dr. Pietro Falco, la salma è stata traslata presso l’Istituto di Medicina legale dell’Ospedale di Chieti, dove nella mattinata del 02 agosto è stata svolta l’autopsia. Sono in corso le operazioni di identificazione del malcapitato mediante le metodologie classiche (impronte papillari ed esame del DNA) nonché gli esami per chiarire le cause della morte.

Le indagini proseguono a ritmo serrato, attraverso l’analisi dei dati di fatto raccolti nel corso del sopralluogo, lo svolgimento di accertamenti tecnici, nonché verificando la compatibilità del cadavere rinvenuto, con le persone scomparse negli ultimi giorni, anche fuori dai confini provinciali e regionali.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24