CARABINIERI FORESTALI –  AL VIA I PROGETTI AL “MUN”: LA NATURA PER SUPERARE LE DIFFERENZE


Saranno presentati il prossimo 18 giugno alle ore 10:30, presso il Museo dell’Uomo e della Natura i progetti di educazione ambientale “Oggi si lavora” e “Natura in musica”, che puntano alla piena integrazione sociale, nati dalla collaborazione fra il Reparto Carabinieri Biodiversità, ANFFAS Onlus di Avezzano e Unione italiana ciechi e ipovedenti,

 

Magliano dei Marsi, 16 giugno 2018 – Il prossimo 18 giugno, presso il MUN, il Museo dell’Uomo e della Natura del Raggruppamento Carabinieri Biodiversità, verrà dato il via ufficiale ai progetti “Oggi si lavora” e “Natura in musica” e delle iniziative dedicate alle persone ciechi e ipovedenti alla presenza della stampa e delle autorità locali.

I progetti scaturiscono dalla collaborazione fra Carabinieri Forestali, Reparto Biodiversità di Castel di Sangro e ANFASS, Associazione nazionale di famiglie di persone con disabilità intellettive e o relazionali, e Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, tendenti a proporre attività di integrazione rivolte alle persone diversamente abili.

Teatro di queste iniziative è il MUN, il museo recentemente rinnovato, posto all’interno del Centro Visite della Riserva Naturale Orientata Monte Velino di Magliano dei Marsi, una struttura all’avanguardia che offre differenti approcci alla conoscenza ambientale. Il Museo incarna il concetto di “prossimità” che in questo caso si declina con la vicinanza concreta anche alle fasce sociali svantaggiate, dimostrando il contatto fra l’Istituzione o ogni cittadino per la difesa comune della natura.

In particolare ogni sezione del MUN permette ai visitatori di sperimentare attività inerenti la conoscenza della Biodiversità e, specialmente il pubblico più giovane, viene stimolato con interrogativi e curiosità che aiutano a immergersi con interesse nei diversi ecosistemi.

Percorrendo il Museo vengono illustrate le buone pratiche messe in atto negli anni per salvaguardare le specie minacciate quali l’aquila reale e l’orso marsicano e le altre reintrodotte come il cervo, il corvo imperiale e il grifone.

Il nuovo assetto ha permesso di rendere il percorso museale accessibile ai disabili motori e sensoriali, attraverso accorgimenti e procedure utili a rendere interattiva la visita, il tutto grazie alla collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Avezzano. L’Unione Italiana Ciechi e ipovedenti, infatti, mette a disposizione guide qualificate per non vedenti e ipovedenti, interessati alla visita del museo e della Riserva, svolgendo anche attività specifiche con l’ausilio di materiali studiati appositamente per l’accessibilità.

Il progetto “Oggi si lavora” durerà circa quattro mesi e avrà l’obiettivo di insegnare le competenze fondamentali per saper intraprendere in futuro un rapporto di lavoro mentre il progetto “Natura in musica” della durata di circa sette mesi, sfrutterà le pratiche sia del contatto degli animali sia l’espressione musicale come terapie complementari in varie condizioni patologiche e para fisiologiche. Le attività con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Avezzano saranno svolte, invece, durante tutto l’anno rinnovandosi con programmi differenti a seconda delle stagioni.

Alla presentazione sarà presente il Comandante del Reparto Carabinieri Biodiversità di Castel di Sangro, i Responsabili dell’Associazione ANFASS di Avezzano e dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, i Sindaci dei Comuni di Avezzano, Tagliacozzo, Magliano dei Marsi e Celano nonché i vertici delle Associazioni MICRON Foundation, Fondazione CARISPAQ, CARITAS di Avezzano e EINGANA di Avezzano e il Presidente dell’Associazione di volontariato della Provincia de L’Aquila.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

Scompare Pio Rapagnà, il cordoglio del Sottosegretario Regionale Mazzocca e di Gianni Melilla

      Così il Sottosegretario Mazzocca lo saluta sulla sua pagina social:   “Ciao …