Antichi profumi

LUMACHE CON I PEPERONI ALL’ABRUZZESE

un’antica ricetta della provincia de L’Aquila Mettete le lumache sgusciate e pulite in una pentola con acqua salata e bollitele per un’ora e mezza.Tritate grossolanamente l’aglio con il rosmarino e il prezzemolo.Tagliate a listarelle i peperoni.Eliminate la pelle, i semi e tagliate a dadini i pomodori.In tegame, possibilmente di coccio …

Leggi tutto »

SFORMATO DI PATATE ALL’AQUILANA

ANTICA RICETTA DELLA CUCINA DELLA PROVINCIA DE L’AQUILA Lo sformato di patate è un piatto tipico della cucina della provincia de L’Aquila, che ha varie variazioni in tutto il territorio abruzzese. La patata è stata per molti il piatto unico, il cibo contadino, è proprio perchè era l’unica pietanza si …

Leggi tutto »

CAZZILLITTI DI SCANNO

CAZZILLITI ORAPI E FAGIOLI La bontà degli antichi maestri pastai d’Abruzzo è nota in tutto il mondo, e questo è grazie anche alle acque purissime delle altissime sorgenti montane, che hanno favorito fin da tempi antichi l’insediamento di una fiorente industria della pasta, prima fra tutti la celebre “pasta alla …

Leggi tutto »

STORIA DEL PECORINO DI FARINDOLA

PROFUMI ANTICHI DELLA TERRA, PRODOTTI AUTENTICI DI UNA REGIONE Le più antiche notizie sul pecorino prodotto nella attuale zona orientale della catena del Gran Sasso, risalgono all’epoca Romana, con alcune citazioni che segnalano il “formaggio dei Vestini” riportando anche l’uso del caglio di suino. La denominazione “Pecorino di Farindola” è …

Leggi tutto »

FILETTI DI BACCALA’ PASTELLATI ALLO ZAFFERANO DI L’AQUILA

Questa è una ricetta tipica abruzzese, della zona Aquilana, ma molto apprezzata anche nel litorale. Ingredienti : 499 gr di filetti di  baccala’ ammollato e dissalato. Per la pastella allo zafferano, 500 g di Farina 00,1 uovo intero,1 cubetto di lievito di birra (25 g),sale e pepe,acqua q.b.,qualche pistillo di zafferano di L’Aquila(o una bustina di zafferano in polvere),olio d’arachide …

Leggi tutto »

NDOCCA NDOCCA PROFUMI TERAMANI

E’ una ricetta a base di carne di maiale tipica della provincia di Teramo, realizzata con tutte le parti suine meno pregiate (orecchie, muso, piedi, coda, costatelle, cotiche, lingua, sangue). Una ricetta che ci arriva dai saggi contadini, dai profumi della terra.  Deve probabilmente il suo nome al metodo di …

Leggi tutto »