CELANO. IMPIEGATA COMUNALE DENUNCIATA PER FAVOREGGIAMENTO PERSONALE


 

CELANO. IMPIEGATA DEL COMUNE DENUNCIATA PER FAVOREGGIAMENTO PERSONALE. AVREBBE CANCELLATO ALCUNI FILES DAL COMPUTER DURANTE IL BLITZ DEI CARABINIERI

E’ un’impiegata, a tempo determinato, in forza all’ufficio ricostruzione e riqualificazione del comune di Celano, la donna di 44 anni  finita nei guai ieri con l’accusa di favoreggiamento personale.

La donna è accusata di aver tentato di cancellare e modificare alcuni files dal proprio computer inerenti il progetto della scuola media Tommaso da Celano con riferimento agli  infissi.

Operazione che, secondo la ricostruzione dei militari, la 44 enne avrebbe compiuto proprio mentre in Comune era in corso l’ennesimo blitz, condotto dai carabinieri del Nucleo Investigativo dell’Aquila diretti dal Maggiore Edoardo Commandè.

Ovviamente il supporto informatico è stato sequestrato ed ora sarà passato al setaccio dagli inquirenti.

Un’inchiesta, quella della Procura della repubblica di Avezzano, che sta andando avanti ormai da mesi. Gli inquirenti, hanno sequestrato un imponente mole di documenti dal Municipio, controlli che vanno dagli appalti a incarichi vari, contributi elargiti ecc.

Ora l’attenzione dei militari e della Procura, si sta focalizzando sulle scuole, già in passato oggetto di controllo, il nuovo plesso della D’Annunzio e al trasferimento della Tommaso da Celano, con particolare attenzione agli infissi.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24