CELANO. RESTAURO DEL CAMPANILE DELLA CHIESA DI SANTA MARIA VALLEVERDE, L’ASSOCIAZIONE COSTANZI IN PRIMALINEA PER COLLABORARE ALL’INTERVENTO


La chiesa di Santa Maria Valleverde di Celano, rappresenta un vero e proprio gioiello di storia ed archietettura apprezato non solo dai celanesi, ma da tutti i turisti che hanno avuto modo di visitarla.

Nei giorni scorsi, in occasione della messa celebrata in ricordo di  padre corrado signore, storico benefattore della città di Celano,  nell’omelia padre ausilio ha annunciato alla assemblea che il campanile della chiesa presenta delle carenze strutturali e deve essere risistemato.

Il frate ha fatto un appello alla comunità celanese a contribuire economicamente per il restauro del sistema campanario.

La  chiesa, voluta da Leonello di Acclazamora e dalla moglie Iacovella dei conti di Celano a metà  del 1400,  terminata sotto i piccolomini nel 1508.

È sicuramente la  piu’ bella chiesa rinascimentale francescana della marsica. “L’associazione  Osvaldo Costanzi, si e’ attivata per affrontare il problema. Una delegazione  composta da Ilio Morgante, sergio Iacoboni,Iacutone Angelo, Nino Di Renzo E Filippo Vitagliani ,  ha avuto un incontro con padre Ausilio per discutere  e cercare una  soluzione.  L’ Associazione ha dato la piena disponibilità a collaborare per la istemazione del campanile.

La chiesa di s.maria valleverde ha una particolare  importanza e rilievo nel contesto regionale, in  quanto ospita diverse opere di  pregevole valore artistico e culturale. Tra queste spicca la tela di Cristo  che si avvia al Calvario attribuita al Sodoma dal prof. Ferdinando Bologna; ci sono gli affreschi di Paolo Zobbardelli, il Veneziano, con immagini che raffigurano  scene  della vita di Maria, inoltre la chiesa presenta una cripta detta del “Paradiso”, posta sotto l’abside della chiesa, completamente affrescata con scene della Passione di Cristo, immagini di dio e degli Angeli: questo è il vero gioiello dell’arte Sacra Rinascimentale in Abruzzo.  Nel refettorio, poi c’è  un affresco di grandi dimensioni che rappresenta l’orazione negli orti degli ulivi; la scena è ambientata nel luogo dove sorge la chiesa di S. Maria con il castello e la Città  di Celano sullo sfondo.

L’associazione Osvaldo Costanzi coglie l’occasione per augurare a tutti Buona Pasqua.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24