CELANO. UN CORTOMETRAGGIO PER RIFLETTERE SULLE TEMATICHE SOCIALI


A distanza di un anno dall’inaugurazione avvenuta a luglio 2020 degli sportelli d’ascolto, centro antiviolenza e dipendenze della persona, l’amministrazione Santilli propone la realizzazione di un cortometraggio affrontando tre tematiche molto delicate quali la disabilità, la ludopatia e la violenza sulle donne. Temi dal valore etico, morale e sociale di una certa elevatura ed importanza. Temi che toccano gli animi di tutti e non solo dei più fragili; temi che purtroppo vengono affrontati ancora con diffidenza e scarsa fiducia nei Confronti delle Istituzioni. Le famiglie si sentono sole, indifese e abbandonate, motivo per cui questa amministrazione ha lottato per istituire e istituzionalizzare gli sportelli d’ascolto e di aiuto. Con dati alla mano abbiamo potuto riscontrare e constatare  che il servizio, assolutamente gratuito per l’utente, ha sortito i suoi effetti e raggiunto i suoi scopi ovvero aiutare le famiglie in difficoltà che affrontano i problemi relativi alla violenza sui generis (donne, bambini, anziani)e alle dipendenze della persona quali alcol e droga ma soprattutto la dipendenza dal gioco, definita purtroppo  la nuova piaga sociale!

Già lo scorso mese di novembre il dott Cristiano Di Salvatore ha cercato di sensibilizzare gli utenti trattando l’argomento ludopatia con l’attore Corrado Oddi che ha già interpretato in un suo film la parte di  un ludopatico. Non è stato semplice per l’attore marsicano personificare e rappresentare una patologia quale la ludopatia ma è riuscito comunque a rappresentarci e a farci comprendere quali meccanismi scattano nella mente di una persona che ha sviluppato la dipendenza al gioco. Il numero delle persone affette da ludopatia aumenta vertiginosamente e la pandemia Covid-19 non ci è stata di certo di aiuto peggiorando notevolmente alcune situazioni di forte disagio. Dall’inizio della pandemia ad oggi sono aumentati i casi di violenza all’interno delle mura domestiche mentre per i più fragili è stato inevitabile non aggravare le proprie patologie quali ad esempio la ludopatia ovvero la dipendenza dal gioco.

Bene, con i numeri alla mano possiamo dire che gli utenti dei nostri sportelli sono aumentati e questo è da considerarsi un dato negativo da un verso ma positivo dall’altro poiché significa che la gente comincia ad avere fiducia nelle istituzioni e non ha più remore a chiedere aiuto. La funzionalità degli sportelli sono la dimostrazione tangibile che le distanze tra il cittadino e le istituzioni si sta accorciando! Distanze che saranno  azzerate anche con il Tribunale di Avezzano con l’istituzione a Celano dell’Ufficio Prossimità che si occuperà prevalentemente di volontaria giurisdizione. Altra lodevole iniziativa intrapresa già lo scorso anno dal Sindaco Settimio Santilli. Si ricordi altresì l’evento dello scorso agosto 2020 organizzato dall’amministrazione comunale e il comitato Santi Martiri dedicato alla violenza sulle donne. Anche in quell’occasione testimonial dell’evento fu l’attore Corrado Oddi e nella medesima giornata venne inaugurata la panchina rossa posizionata dietro castello al parco della rimembranza. Tutte iniziative importanti che non potevano non lasciare presagire l’utilità e la nobiltà del lavoro fatto dall’amministrazione Santilli. Si sottolinea che le consulenze presso gli sportelli per gli utenti sono assolutamente gratuite.

Lo scopo di questo cortometraggio è quello di sensibilizzare le persone bisognose a chiedere aiuto. Con dedizione e passione è a disposizione un personale tecnico altamente qualificato e competente, che vede il Dott. Di Salvatore, la Dott.ssa Angela Raglione e la Dott.ssa Maria Teresa Letta.

È stato un anno faticoso ma diverse famiglie sono state aiutate e salvate. Infine e non perché meno importante si vuole tornare a sensibilizzare le persone ad approcciarsi con il mondo della disabilità in modo più sano e comprensivo. I ragazzi diversamente abili hanno una sensibilità d’animo superiore e nei loro confronti dovremmo rapportarci tutti con estrema delicatezza. Il cortometraggio, la cui trama non potrà essere svelata in anteprima, metterà proprio in risalto la sensibilità di questi ragazzi . Saranno coinvolti direttamente i ragazzi con disabilità del Centro Peter Pan ANFFAS di Celano la cui Presidente Domenica Di Salvatore è molto orgogliosa.

Il progetto è stato proposto dai consiglieri di maggioranza Silvia Morelli delegata alle politiche sociali, Divina Cavasinni delegata alla disabilità e dall’assessore al bilancio Cinzia Contestabile. Il sindaco Settimino Settimio, promotore dell’iniziativa dell’istituzione a Celano degli sportelli d’ascolto e particolarmente attento ad alcune problematiche, non ha esitato a sposarlo e a metterlo subito in atto insieme a tutta la nuova amministrazione.

Il cortometraggio sarà girato a Celano in tre giorni.

Il prossimo 6 agosto presso la sala conferenza dell’Auditorium Enrico Fermi di Celano si svolgeranno i casting e questa sarà un’opportunità in più che viene data alla nostra città per far emergere nuovi talenti.

Noi ci siamo e continueremo a lavorare per il bene di tutti continuando a tenere un occhio di riguardo per le persone più fragili.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24