CI LASCIA STEFANIA SPANÒ, LA RICERCATRICE ABRUZZESE VANTO PER LA SCIENZA


Lutto nella comunità scientifica internazionale

Aveva ottenuto giovanissima una borsa di Studio della Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, la ricercatrice Stefania Spanò, nata a Campobasso ma abruzzese adozione. Trasferita da sei anni in Scozia, insieme al marito Massimiliano Baldassarre e alla piccola Isabella, era divenuta Professore Ordinario di Microbiologia, e co-direttore del programma di Microbiologia e Immunologia raggiungendo risultati eccellenti. Aveva fondato anche un nuovo centro universitario per lo studio dei batteri. Un vanto per la comunità scientifica ma anche per la nostra terra.

A Pescara era cresciuta e si era diplomata. Dopo la laurea in Scienze Biologiche all’Università di Bologna si era specializzata all’Istituto Negri Sud dove aveva conseguito il PhD della Open University.

Il 2 settembre 2019, Stefania viene colpita da un aneurisma cerebrale: morirà il 3 settembre. I funerali saranno celebrati il prossimo 25 settembre, presso il Museo delle Genti d’Abruzzo in via delle Caserme a Pescara.

E’ nelle intenzioni del marito istituire una borsa di studio a nome della moglie, destinato ad una giovane ricercatrice abruzzese o molisana, per rispettare il desiderio di Stefania, scienziata, moglie e mamma esemplare.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24