CNN: L’ABRUZZO E’ LA DESTINAZIONE PIU’ POPOLARE DELL’ANNO


L’Abruzzo conquista l’emittente televisiva statunitense.

La destinazione italiana più “hot” di quest’anno? Per la CNN, uno dei colossi dell’informazione statunitense, ci sono pochi dubbi: è l’Abruzzo! La nostra regione conquista infatti il giudizio più che positivo della corrispondente Katy Gorman, che gestisce il progetto Welcome to Sulmona e che ha pubblicamente elencato i punti di forza dell’offerta turistica del nostro territorio.

La Cnn promuove l’Abruzzo. Dalla tradizione gastronomica al panorama dei vini, dalle bellezze naturali alle zone medievali fino alle zone che sono eccellenti per chi ama gli sport invernali o il trekking, il sito della CNN elenca ben 10 motivi che fanno dell’Abruzzo la “nuova meta turistica popolare dell’Italia”, cominciando proprio dalla storica vocazione del territorio all’attrazione di turisti, per lo più stranieri, durante la stagione invernale.

Una meta da scoprire. Un trend pienamente confermato anche quest’anno, come rivelano le ultime statistiche, che posizionano ancora una volta l’Abruzzo ai primi posti del gradimento degli “sportivi invernali”, anche sul Web. Secondo una recente ricerca, infatti, oltre ai flussi turistici la regione è anche una delle più attive negli acquisti online di prodotti e attrezzature sportive per la montagna, con circa il 7 per cento del totale delle richieste effettuate su base nazionale; parimenti sale anche l’interesse per i portali di scontistica sul Web, come piucodicisconto, che aggregano i codici sconto utili a risparmiare sugli acquisti negli shop virtuali.

Sale l’attenzione online. Da Internet alla realtà, sembra comunque che anche gli stranieri (e gli extraeuropei) si siano finalmente accorti del patrimonio che contraddistingue la regione: come dice la CNN, “non c’è da meravigliarsi che città come Roccaraso, Castel di Sangro, Ovindoli e Campo Felice siano calamite per gli sciatori appassionati di Italia e altre parti d’Europa”. I giornalisti americani sottolineano anche che “un terzo della regione è costituito da parchi nazionali“, dato che ci rende la “regione più rustica d’Italia”, con un’offerta che non teme stagionalità.

I punti di forza. Sono gli stessi statunitensi a raccontare come d’inverno l’Abruzzo accoglie gli appassionati con una neve “pesante e duratura” e con la Cinquemiglia, mentre d’estate sono soprattutto gli sportivi attratti da trekking e passeggiate d’altura a trovare la risposta alle proprie esigenze e ai loro desideri. Il tutto, dice il giornalista, a un costo nettamente inferiore rispetto a quello che serve in altre capitali del turismo, altro fattore che fa pendere la bilancia verso la nostra regione.

Un’offerta ampia e diversificata. In definitiva, sembra finalmente essere arrivata l’ora della riscossa per il territorio abruzzese, che offre un ventaglio di opzioni ai turisti, soprattutto a coloro che sono alla ricerca di destinazioni meno note; in questo senso, “l’Abruzzo ha tutto: i laghi, la costa adriatica, i parchi nazionali, le imponenti catene montuose, i siti patrimonio dell’Unesco, alcune delle più belle città medievali del Paese e una cucina eclettica e varia che cambia dalla spiaggia alla montagna”. 

L’Abruzzo ti sorprende. La conclusione dell’articolo è affidata a Katy Gorman, una delle menti del progetto Welcome to Sulmona, prima (e al momento unica) guida inglese nella zona, che dedica parole al miele per il territorio: “L’Abruzzo ti sorprende, rappresenta ciò che la maggior parte della gente si aspetta da un’esperienza di vacanza italiana ma non sempre riesce a trovare nelle destinazioni più conosciute“, dice Gorman. Un altro fattore di successo è anche l’aspetto dei collegamenti, visto che si evidenzia la vicinanza con Roma e la vocazione internazionale dell’aeroporto di Pescara (che ospita viaggi nazionali ma anche verso mete britanniche ed europee), e in definitiva l’Abruzzo riserva “qualcosa per tutti, dal viaggiatore del cibo e del vino, da quello dell’avventura al viaggiatore sportivo”.

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24