CONTROLLI STRAORDINARI DI FERRAGOSTO DELLA POLIZIA DI STATOSULLA COSTA. DENUNCE E SANZIONI AMMINISTRATIVE


L’intensificazione dei servizi di controllo del territorio disposta dal Questore di Teramo nel periodo delle festività di ferragosto ha visto impegnati  gli uomini della Polizia di Stato  in molteplici attività di controllo sia  su strada che presso esercizi pubblici, al fine di verificare il rispetto della normativa anticovid e garantire un sereno svolgimento della movida che notoriamente si sposta presso i bar e gli stabilimenti balneari  della costa teramana e nei comuni dove si svolgono iniziative di intrattenimento serale.

Negli ultimi giorni, specialmente in prossimità della notte di ferragosto e nelle serate immediatamente successive, i controlli della polizia , in vista dei possibili assembramenti di giovani sul lungomare, sono stati rivolti agli esercizi pubblici, cinque dei quali sono stati oggetto di una mirata ispezione  da parte dei poliziotti . Un bar di Atri e uno stabilimento balneare di Silvi, entrambi meta di giovanissimi,  sono stati sanzionati dal personale del Commissariato di Atri per la mancata esposizione della cartellonistica concernente gli orari di apertura e chiusura dell’esercizio,  per un importo di 3000 euro ciascuno   mentre i tre dipendenti  dello stabilimento balneare di Silvi sono stati sanzionati per euro 400 per il mancato utilizzo dei dispositivi individuali di protezione benché si trovassero all’interno  di un luogo chiuso. Gli altri  esercizi pubblici, di cui uno di Silvi e due di Pineto, sono, invece stati trovati in regola sia  con la normativa di settore che con quella prevista dai nuovi protocolli anti- covid.

L’attività di prevenzione delle pattuglie ha consentito, inoltre,  di scongiurare il peggio Ai danni di  due  ragazzi ed una ragazza, aggrediti, qualche giorno fa, nelle ore serali,  da un branco di giovanissimi, di età compresa tra i 20 e i 22 anni,  che visibilmente ubriachi, hanno dapprima molestato i tre ragazzi e poi li  hanno inseguiti minacciandoli di morte, Una volta raggiunti li hanno anche colpiti  con calci e pugni causandogli ferite guaribili in 10 gg.

Solo con l’arrivo della volante del Commissariato di Atri, il branco si è allontanato, fuggendo nelle vie limitrofe ma benché fossero sfuggiti al controllo dei poliziotti nei giorni successivi, grazie alla preziosa collaborazione dei cittadini e degli stessi esercenti dei servizi pubblici ubicati sul lungomare i giovani sono stati identificati e denunciati. e dovranno ora rispondere dei reati di molestie, lesioni personali, violenza privata e minacce aggravate in concorso tra loro.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24