Cosa regalare a Natale? 3 idee gustosissime


Il Natale si avvicina ed è giunto il tempo di cominciare a pensare ai regali da fare alle persone che amiamo di più. Fortunatamente in Italia le idee che mettono in campo le aziende nel campo dolciario non mancano affatto.

Panettone in vasocottura portafortuna “O Munacieddo”

Un’idea geniale che arriva dalla Basilicata, in particolare da un piccolo centro della provincia di Potenza, Sarconi, è stata quella di creare un panettone in vasocottura portafortuna che hanno deciso di chiamare “O’ Munacieddo”, uno spiritello della tradizione popolare che porta appunto fortuna. Un’idea regalo per Natale davvero unica nel suo genere che sicuramente sarà apprezzata da chi la riceverà.

Ad idearlo sono stati i ragazzi di Elisir Pasticceria che in quanto ad innovazione si sono sempre distinti. Ma com’è fatto questo panettone in vasocottura? Si tratta di un panettone che coniuga la tradizione del dolce tipico natalizio all’innovazione, grazie alla presenza del prelibato Fagiolo IGP di Sarconi (PZ)  che si sposa perfettamente con i classici canditi. La cottura in vaso degli alimenti presenta numerosi vantaggi, anche sotto il profilo nutrizionale. Le nostre nonne ne facevano largo uso, perché era il metodo perfetto per conservare a lungo la frutta e la verdura raccolti in estate: grazie alla vasocottura si potevano conservare frutta e verdura intere, oppure preparare conserve e marmellate.

I cantucci

Altra idea molto carina è quella di organizzarsi per realizzare e confezionare personalmente delle confezioni di cantucci. La storia dei cantucci trova il primo punto fermo, autorevole, nel dizionario dell’Accademia della Crusca nel 1691. Gli ingredienti base di questi biscotti dalla tradizionale forma allungata erano: il fior di farina – la farina più bianca e fine – lo zucchero e l’albume delle uova. La semplicità fatta dolce.

Dal taglio peculiare del filone di impasto caldo, in diagonale a fette, deriva il nome cantuccio, riconducibile quindi a “canto”, angolo, o “cantellus”, pezzo di pane. Le mandorle inizialmente venivano utilizzate soltanto in alcune varianti di questi biscotti; dall’Ottocento invece entrano a far parte stabilmente degli ingredienti, divenendo anzi l’elemento caratteristico dei cantucci.

Per un’idea ancor più gustosa potremmo provare i cantucci al cacao, biscotti natalizi deliziosi che si possono preparare con largo anticipo e conservare in scatole di latta in modo che rimangano croccanti e non assorbano umidità.

Gli struffoli

Altra idea molto originale è regalare una confezione di struffoli fatti a mano. Si tratta di una ricetta tipica della tradizione napoletana. Gli struffoli sono delle piccole palline preparate con un impasto dolce, fritte e poi passate nel miele caldo, vengono decorate con canditi e confetti colorati. Una volta preparate le palline, fritte e riempite di miele, si possono mettere in piccoli barattolini da abbellire con nastri e decorazioni che richiamano i colori del Natale per regalare qualcosa di proprio, fatto con amore e passione, nel pieno rispetto della tradizione culinaria partenopea.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24