Evoluzione del tempo – Meteo Marsica


 

Nel corso della giornata di giovedì e della giornata di venerdì, un vortice di bassa pressione in discesa dalle Isole Britanniche e in ingresso dalla Francia, accompagnerà una massa d’aria piuttosto fresca e instabile di matrice nord-atlantica, la quale si manterrà molto fredda in quota e, venendo a spostarsi verso più basse latitudini, incontrerà un incisivo contrasto termico e diverrà ancor più foriera di piogge e temporali, dunque di nubi a prevalente carattere cumuliforme, dominando le regioni settentrionali, centrali e centro-meridionali. Tale area di bassa pressione sta scivolando lungo i bordi orientali di un Anticiclone delle Azzorre in nuova ritirata verso l’Europa occidentale, una dinamicità tipica di una tarda Primavera che, dal punto di vista meteorologico, sta rispettando le sue caratteristiche. Nel corso delle ore serali e notturne della giornata di giovedì e entro la giornata di venerdì, il tempo continuerà a mostrare segni di marcata instabilità, perciò potranno verificarsi rovesci o temporali, questi ultimi localmente anche di forte intensità dai settori nord-occidentali, in estensione anche al resto del nostro territorio locale. Naturalmente c’è da aspettarsi anche di incontrare tracce di tempo spiccatamente variabile e quindi sicuramente rimarrete stupiti dalla comparsa di spettacolari arcobaleni, tra uno sprazzo di Sole e l’altro. L’unica condizione meteorologica alla quale vi inviterei a prestare la massima attenzione, sarà rappresentata dai locali rovesci temporaleschi o dalle nubi cumulonembi, i quali moti convettivi, accelerati dalle avvezioni d’aria fredda ad altissime quote che consentono l’innalzarsi delle bolle d’aria calda al suolo e la loro espansione, potranno produrre qualche grandinata, nonché numerose scariche elettriche nube-nube e nube-terra. Per gli escursionisti, consiglierei di evitare la cima di una montagna e di recarsi immediatamente verso il rifugio o il bivacco, mentre agli abitanti delle città, di non postarsi al di sotto degli alberi e, se in casa, di allontanarsi dalle tubature e dalle finestre. Per quanto riguarda gli agricoltori del nostro territorio marsicano, una dritta potrebbe essere quella di proteggere il proprio raccolto da eventuali grandinate che, ripeto, anche se, nella minor parte dei casi non dovrebbero avere dimensioni enormi, se abbondanti, come ben sapete, potrebbero arrecare lo stesso molti danni. Le correnti discensionali delle nubi aiuteranno l’aria più fredda a scendere verso il basso e quindi le temperature minime saranno in netta diminuzione.

Un’ottima notizia per il fine settimana: dopo i rovesci e i temporali, portati da questa depressione di matrice nord-atlantica, infatti, l’alta pressione presente sull’Europa occidentale, si estenderà di nuovo sul nostro stivale, determinando giornate soleggiate sulla Marsica sia sabato che domenica, salvo qualche innocua nuvola in transito sul resto dell’Abruzzo. La stessa zona anticiclonica, spingerà masse d’aria decisamente tiepida verso i nostri settori occidentali, garantendo un temporaneo e deciso rialzo dei valori massimi, mentre i valori minimi saranno in diminuzione (escursione termica). Tuttavia, la debole subsidenza atmosferica, favorirà cieli quasi sempre sereni, ma solo temporaneamente, poiché dall’inizio della settimana che viene, potrebbe instaurarsi un nuovo regime di instabilità atmosferica, ma con una bassa attendibilità che possa interessare il nostro territorio marsicano, mentre aumentano le probabilità che, nel corso della metà della prossima settimana, possa esserci un’intensa ondata di caldo dal Nord Africa. Data la distanza di tempo che ci separa da quest’ultima tendenza, ne torneremo a parlare.

 

Vi ringrazio per la cortese attenzione.

 

 

Riccardo Cicchetti

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24