Offerte Natale LastMinute

Fai da te: gli attrezzi irrinunciabili


Il fai da te è una delle maggiori passioni degli italiani che spesso e volentieri si cimentano nei lavori di ordinaria manutenzione. Per fare questo ci sono alcuni attrezzi irrinunciabili, come i compressori Fini o il classico martello, adatto per un uso generale. Può essere utilizzato in molteplici situazioni: da battere un chiodo per appendere un quadro, ad inchiodare un pannello di legno, da sollevare un pianale o una mensola ad abbattere piccoli mobili ormai andati o per aprire il salvadanaio pieno. La penna, ovvero la parte opposta al battente, che presenta centralmente uno spacco a V molto simile ad un artiglio, può essere utilizzata per estrarre chiodi non battuti bene dal legno rotto o da altri materiali di recupero.

 

Ci sono poi le pinze universali. Esistono tipi e dimensioni differenti sul mercato ed ognuno è stato progettato per un compito specifico ma proprio per la sua semplicità le pinze più utili in casa, adatte a molteplici lavori, sono le universali, misura 180 mm. (perchè facili da utilizzare anche da chi ha mani piccole e poco forti) con i manici isolanti per eventuali lavori su zone elettriche.

 

Indispensabile il set giravite di 30/34 inserti che contenga una selezione di diverse dimensioni con testa piatta, Phillips e Torx. In commercio, nelle ferramenta o nei negozi specializzati nel “fai da te”, si trova un vasto assortimento adatto per la maggior parte delle attività domestiche.

 

La chiave regolabile a rullino è utile per esaminare i dadi ed i bulloni della casa ed è adatta ad ogni esigenza.

 

Il coltello a lama retrattile è in grado di affrontare la maggior parte dei lavori di taglio in casa: carta, vinile, moquette, cuoio, linoleum, fili elettrici e molti altri materiali. Il consiglio per questo attrezzo da lavoro è, come per tutti gli utensili da taglio, fare attenzione a mantenere la lama sempre affilata, questo perchè una lama affilata scorre bene sulla superficie di lavoro. La livella è necessaria per diverse situazioni. La più comune è a bolla d’aria, pratica e di semplice utilizzo; in commercio è disponibile in molteplici forme e dimensioni.

 

Il trapano avvitatore, poi, può essere portato ovunque, in casa, in giardino o in terrazzo in quanto non ha bisogno di una presa di corrente. Il consiglio è di scegliere un modello a percussione (funzione utilissima se si deve forare materiali duri e compatti) con velocità variabili e batteria litio. Se il trapano che si acquista è dotato già di valigetta con kit accessori (punte per muro, ferro e legno) bene così, in caso contrario scegliere un set completo da comprare separatamente.

 

Non bisogna dimenticare poi le matite professionali per lasciare i segni sulle pareti da modificare, come è positivo avere sempre con sè una pinza in grado di afferrare qualsiasi tipo di chiodo, ed anche le tenaglie per spezzarli e tirarli dal muro.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24
Nuova collezione Spartoo