FCD Cerchio 2016: Patron Di Domenico passa alle cose formali, ufficializzati i nuovi acquisti


Se il campionato di 2ª categoria girone A è ai blocchi partenza l’FCD Cerchio 2016 corre forte. Appena ufficializzati, infatti, nella mattinata di oggi, i nuovi acquisti della compagine rossonera.
Si riparte, dunque, dal rientro in casa del giovanissimo e promettente Emanuele Tucceri classe 2001 (il più giovane della rosa). Nella scorsa stagione, l’esterno cerchiese, era in forza nelle file della juniores della Sportland Celano; proprio con la compagine castellana, Tucceri, collezionava diverse e importanti presenze, nello scacchiere di mister Petrini, nelle file della prima squadra.
Altre gemme nella cassaforte di patron Di Domenico sono rappresentate dall’arrivo di Armando Sanniti (classe 2000), che con molteplici presenze da titolare si è rivelato, nella scorsa stagione, un tassello importantissimo nello scacchiere paternese di patron Di Gregorio; con lui, per vestire la maglia rossonera, altre ex deliziose pedine della compagine nerazzurra: Ottavio Sanniti (classe ‘99) e Marco Laurenzi (classe ‘97).
Rientro in patria atteso e finalmente ufficiale, inoltre, ad impreziosire l’attrezzato parco giocatori del Cerchio, anche quello di Riccardo Iannicca. Il forte fluidificante mancino (classe ‘90) è uno degli eroi di quel Cerchio dei record che, checchè ne dicano tutti, resterà indelebile nelle antologie del calcio locale.
Ritorno in patria anche per l’esperienza del roccioso difensore Domenico Casciola che con la maglia del Cerchio, sotto la guida di Giuseppe Tofani, conquistó una storica e chiacchierata promozione. Importante ritorno quello di Pierluigi Franchi estremo difensore globe trotter finalmente pronto a difendere le mura di casa dopo l’esperienza tra San Benedetto e Celano.
Ritorno a casa, infine, anche per Alex Amiconi reduce da quella “favola di Ortucchio” che così bene aveva fatto sperare nel campionato di promozione 2011/2012.
“Sono davvero felice – confida ai nostri microfoni patron Di Domenico -. Abbiamo cercato di costruire, e stiamo continuando a farlo, una rosa giovane per un allenatore giovane e motivato come è il nostro Matteo Aloisi! Causa la mia attività – racconta – non sono riuscito ad essere molto presente, al campo, nel periodo della preparazione. Eppure – continua – riesco bene a percepire il forte entusiasmo che assale l’ambiente. C’è affiatamento e questo non può far altro che rendermi felice. Se mi chiedi un pronostico sulla stagione – apostrofa – non posso che risponderti “vittoria”: con un gruppo così io ho già vinto!”

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

Ciclismo, Tirabassi trionfa a Teramo

Altro successo importante per Antonello Tirabassi del Team Levante. L’atleta celanese si è imposto nell’ottava …