FELICIA MAZZOCCHI: INTERROGAZIONE IN CONSIGLIO PROVINCIALE SU LEGITTIMITA’ CASA DI RIPOSO EX HOTEL DEI MARSI


La conversione dell’ Hotel dei Marsi in casa di riposo RP per anziani è già nota alle cronache poiché, mentre da un lato un gruppo di imprenditori sta investendo una cospicua somma di denaro per realizzare l’opera ad oggi non ufficialmente autorizzata, dall’altro un evidente profilo di illegittimità è stato contestualmente rilevato dal Dirigente della provincia dell’Aquila competente su specifica richiesta del Consigliere provinciale Felicia Mazzocchi, che in qualità di amministratore pubblico e soprattutto di ex presidente della commissione interventi sul territorio nello scorso mandato, non ha ignorato la conoscenza della disciplina del nucleo industriale.Felicia Mazzocchi ilfaro

“Ricordando che le cosiddette NTA, norme tecniche di attuazione che regolano gli insediamenti nel nucleo industriale di Avezzano non ammettono tali attività, non si può tacere sul fatto che tale opera senza autorizzazione stia continuando la sua  realizzazione. Ma la cosa sorprendente è che addirittura, ancor prima di definire la legittimità della conversione, lo stesso Presidente della provincia ha diramato un invito a tutti i consiglieri a partecipare ad una conferenza che si terrà proprio in quella struttura” sostiene la Mazzocchi.

La necessità di fare chiarezza e soprattutto il senso di responsabilità che investe il ruolo di amministratore pubblico hanno indotto il consigliere Mazzocchi ad inoltrare una precisa interrogazione urgente al Presidente della Provincia, affinché “riferisca sulla legittimità dell’iniziativa imprenditoriale scongiurando il pericolo che l’investimento si stia realizzando nelle more di una corretta procedura nel rispetto della legalità anche a tutela delle imprese stesse che stanno investendo cospicue risorse proprie, ma ancor di più dei cittadini di Avezzano sui quali,  a posteriori, potrebbero ricadere richieste di risarcimento danni a causa delle false aspettative indotte dalla politica locale”

Per il consigliere Mazzocchi, in conclusione, “non sono ammesse forzature dalla legge, o paventati vantaggi e non sono ammesse connivenze innescate anche da un assordante silenzio. Prima  di tutto  il rispetto delle regole perché è così che si rispettano i cittadini.”

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24