Festa del Contadino a Tornimparte, conclusa la quarta edizione


Musica, gastronomia e solidarietà per l’evento che si è tenuto lo scorso fine settimana.

Si è appena conclusa la quarta edizione della Festa del Contadino di Tornimparte (Aq), organizzata dall’associazione “Santo Stefano” in cooperazione con diverse associazioni di volontariato, con un’edizione spettacolo che ha portato, nella serata clou di sabato, migliaia di persone al concerto dei Modena City Ramblers . Per più di due ore in un palcoscenico naturale immerso nel verde, alle pendici della bellissima chiesa di Santo Stefano, gli artisti hanno lasciato senza parole la folla presente accorsa anche da fuori regione.

Sagra degli stringozzi alla contadina, mostra mercato di prodotti agricoli e artigianali della Majella, promozione sociale delle associazioni di Scoppito (L’Aquila) e del Movimento Zoé, fino allo sport dell’Asd Amiternum Judo L’aquila e Tornimparte 2002, tour jeep 4×4vespe del Vespaclub dell’Aquila, raduno dei fuoristrada “Sulle tracce di Annibale”, passeggiata solidale su due ruote, Sfilata Medioevale con gli sbandieratori e primo torneo di softair: questo il programma andato di scena dal 18 al 20 agosto a Forcelle di Tornimparte.

 

In tanti hanno apprezzato le specialità culinarie della sagra come gli stringozzi e la capra alla contadina e in tanti hanno visitato tutto il territorio di Tornimparte.

Il presidente dell’associazione Santo Stefano Felice Feliciangeli ringraziando tutto lo staff, le associazione che hanno collaborato e il pubblico presente, sottolinea: “Senza di loro non ci sarebbe forza per realizzare eventi di questo genere, l’affetto e la partecipazione sono elementi essenziali che ci permettono di migliorarci e andare sempre avanti”.

“I lavori per questa edizione – aggiunge –  sono iniziati la mattina del terremoto di Amatrice quando, a otto anni dal sisma dell’Aquila, ci siamo resi conto che per ripartire le persone hanno bisogno di stare insieme, lavorare a un progetto comune. Non ci siamo fermati e non ci fermeremo; abbiamo strutturato questa edizione su una impalcatura di valori solidi: l’amicizia, lo sport, l’associazionismo, il volontariato, la musica e non da ultimo l’ecologia”.

In questa edizione infatti sono state usate stoviglie e biodetersivo del contadino, prodotto naturalmente con cenere ed acqua.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24