FURTI IN ESERCIZIO COMMERCIALE: ARRESTATE 3 DONNE RUMENE E DENUNCIATO IN STATO DI LIBERTA’ UN ITALIANO


E’ questo il bilancio dell’intensificazione dei controlli effettuata dai Carabinieri della Compagnia di L’Aquila per tutelare gli esercenti commerciali.

Due donne Rumene, T.M.M., classe ‘71, e B.E., classe ‘91, sono state arrestate sabato 30 gennaio dai Carabinieri delle Stazioni di Tornimparte e Sassa.

Queste, nella tarda serata, quasi verso l’orario di chiusura, sono state bloccate all’uscita dell’ipermercato CONAD ubicato all’interno del centro commerciale “L’Aquilone”, dopo che avevano indebitamente asportato 12 bottiglie di whiskey per un valore approssimativo di circa 300 euro.

Le donne sono state condotte presso gli uffici di Via del Beato Cesidio e, ricostruita la vicenda, sono state dichiarate in stato di arresto.

Espletate le formalità di rito sono state poi sottoposte agli arresti domiciliari come disposto dall’autorità giudiziaria. Le arrestate, infatti, sono domiciliate nel Comune di Lucoli ed una di essa è addirittura residnee in quel centro.

Medesimo arresto è stato operato il 15 gennaio dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile per gli stessi motivi. Una donna rumena, S.M., classe ’86, residente a Pescara, è stata infatti bloccata all’uscita del supermercato CONAD del centro commerciale “Amiternum”, con al seguito 5 bottiglie di whiskey per un valore approssimativo di 100 euro circa.

In questa circostanza il responsabile dell’esercizio commerciale ha lamentato l’ammanco di altre bottiglie riscontrato i giorni precedenti. Ciò ha indotto i militari operanti a visionare le registrazioni delle telecamere a circuito chiuso del negozio dalle quali si è potuto constatare che la donna fermata poco prima aveva già commesso lo stesso reato qualche giorno prima.

La donna, dopo tutte le verifiche del caso, è stata quindi dichiarata in stato di arresto per furto aggravato.

I Carabinieri della Stazione di Pizzoli, invece, hanno denunciato in stato di libertà D.P. P., classe ’74, residente in un paese vicino Pizzoli.

L’uomo avrebbe perpetrato un furto di generi alimentari in danno del supermercato “MD” ubicato presso il centro commerciale sito in località Cermone.

Sul conto dell’uomo, che ha un regolare lavoro, sono stati raccolti incontrovertibili elementi di colpevolezza riscontrati da dichiarazioni testimoniali ed immagini della videosorveglianza dell’esercizio commerciale derubato.

La refurtiva è stata restituita agli aventi diritto eccezion fatta per quest’ultimo episodio poiché i fatti si riferivano a diverse settimane or sono ed è stato quindi impossibile recuperarli.

 

 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24