Gel disinfettante ed igiene della casa: consigli utili per prevenire il contagio da Covid-19


Il gel igienizzante per le mani è diventato un fedele compagno di viaggio, soprattutto sul luogo di lavoro, dove ci sono maggiori assembramenti, ed il rischio di contagio da Covid-19 è più alto.

In commercio esistono prodotti differenti, da scegliere in base alle proprie necessità. Sul sito di RAJA sono ad esempio disponibili vari modelli di igienizzanti mani sicuri e professionali, che si adattano perfettamente a qualsiasi condizione.

Tra i più pratici c’è l’igienizzante spray antisettico, che lascia la pelle pulita e profumata, non unge e può essere portato comodamente in tasca, nel marsupio o nello zaino. Tale prodotto è indicato soprattutto per chi è spesso in giro fuori casa, e non ha possibilità di sanificarsi continuamente le mani.

Per i piccoli ambienti lavorativi ci sono i gel igienizzanti per mani, disponibili in flaconi dispenser da 600 ml. L’erogazione è pratica e veloce ed il prodotto risulta facile da usare e posizionare in qualsiasi area.

Negli uffici o nelle aziende di grandi dimensioni sono indicate le taniche di gel sanificante da 5 litri, da utilizzare con dispenser a rabbocco.

Sono poi disponibili anche interi kit professionali di sanificazione ed igienizzazione, comprensivi di mascherine, utilizzati per le pulizie professionali nei luoghi pubblici, negli ambienti di lavoro, nelle scuole, negli ospedali ed anche nelle case.

I gel sanificanti devono innanzitutto rispondere a determinati requisiti di igiene, per essere considerati affidabili ed a norma. In particolare devono contenere almeno il 60% di alcol e prodotti emolienti, per evitare danni alla pelle.

Il gel igienizzante deve inoltre essere utilizzato nel modo giusto, in quanto non è sufficiente una semplice spruzzata. Il prodotto va applicato sulla pelle asciutta, senza ferite o lesioni, e successivamente bisogna sfregare le mani per circa 30-40 secondi, fino al completo assorbimento.

Il gel deve penetrare anche tra le dita, sotto le unghie, sui polsi, sul dorso e sul palmo della mano.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) suggerisce caldamente di igienizzare accuratamente anche gli ambienti domestici. Secondo le ultime statistiche, la maggior parte dei contagi avviene proprio tra le 4 mura di casa.

Prima di pulire una stanza è opportuno arieggiarla adeguatamente per almeno un’ora, dopodiché si può procedere alla disinfezione sulle superfici con prodotti specifici.

Si consiglia l’utilizzo di attrezzature monouso, e va prestata particolare attenzione alle superfici più toccate e condivise, come porte, tavole, sedie, servizi igienici, interruttori, telefonini, telecomandi e stampanti.

É preferibile usare panni in microfibra inumiditi con acqua e sapone, o con alcol etilico.

Durante le pulizie vanno sempre indossati guanti e mascherina chirurgica, lavandosi le mani ad ogni cambio di guanti. I materiali utilizzati vanno raccolti in un sacchetto separato e ben chiuso, da smaltire come rifiuto indifferenziato.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24