GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA MONTAGNA 2022

Club alpino italiano – Sezione dell’Aquila

Inizio del 150° anno di vita della Sezione Cai dell’Aquila

In prossimità della Giornata Internazionale della Montagna, mercoledì 14 dicembre 2022, si terrà presso la Sala Iacobucci in via Sassa, 34 a partire dalle ore 10.00 la presentazione della nuova Carta dei Sentieri del Gran Sasso d’Italia e la firma dell’affidamento dei lavori di riqualificazione del tratto di Sentiero Italia Cai ricadente nei comuni del Cratere Sismico 2009.

Il Club Alpino Italiano è, da sempre, impegnato nel tracciamento e nella cura dei percorsi di montagna. La nuova Carta dei sentieri del Gran Sasso d’Italia, che viene presentata per celebrare la Giornata Internazionale della montagna 2022 e l’inizio del 150° anno di vita della Sezione Cai dell’Aquila, è frutto di un intenso lavoro sinergico fra la Commissione Sentieristica e Cartografia della Sezione e l’Università degli Studi dell’Aquila, collaborazione che ha permesso di realizzare un prodotto – grazie al supporto finanziario della Fondazione Carispaq –, atteso da tempo dai tanti appassionati di una delle montagne-simbolo dell’Appennino.

Pur mantenendo uno stile editoriale sobrio e rigoroso, la nuova Carta, edita con il patrocinio del Parco Nazionale del Gran Sasso d’Italia e Monti della Laga e l’apporto del Reparto Carabinieri del Parco, è il punto di arrivo di un percorso che ha visto il coinvolgimento delle migliori professionalità nel campo cartografico e in quello del rilievo sentieristico, con l’utilizzo di sofisticate tecnologie di rilevamento.

L’USRA – Ufficio Speciale per la Ricostruzione dell’Aquila – ha scelto simbolicamente la sede della Sezione aquilana del Cai per l’atto di firma del contratto di affidamento dei lavori di ripristino del Sentiero Italia Cai, per il tratto abruzzese ricadente nell’area del Cratere Sismico 2009: da Popoli a Campotosto verso Amatrice, partendo dal Parco Nazionale della Maiella e attraversando l’intero Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Il Progetto, unitamente al “Cammino dell’Alta Valle Aterno” promossi entrambi dal Cai L’Aquila,  rientra nel fondo complementare del Pnrr gestito dall’USRA, nella qualità di soggetto attuatore. Ha Coinvolto le Sezioni di Teramo, Popoli, Isola del Gran Sasso e Amatrice, competenti per territorio, ed è stato concretizzato grazie al lungimirante impegno delle Amministrazioni, che hanno individuato nel Cai i valori di competenza e passione necessari per gestire un iter complesso, sia dal punto amministrativo sia da quello tecnico, con il sopralluogo e l’individuazione di criticità su un percorso montano di circa 200 km.

Il Sentiero Italia Cai, uno dei più lunghi cammini del mondo, con i suoi 7000 km e le sue 500 tappe, si sviluppa lungo l’intera dorsale appenninica, isole comprese, e sul versante meridionale delle Alpi. Ideato nel 1983 da un gruppo di giornalisti escursionisti, riuniti poi nell’Associazione Sentiero Italia, l’itinerario è stato fatto proprio dal Cai nel 1990. È stato realizzato grazie all’indispensabile contributo delle sue Sezioni, che ne hanno individuato nel dettaglio il percorso, i posti tappa e la segnaletica.

L’iniziativa rientra nell’ambito del protocollo di intesa fra la Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’USRA, l’USRC (per i restanti Comuni del Cratere 2009) e il Cai, sottoscritto a L’Aquila nel luglio scorso dal il Presidente generale del Club Alpino Italiano Antonio Montani.

L’accordo, nato grazie all’azione del nostro Sodalizio, prevede la collaborazione alla realizzazione di prodotti informativi e servizi con forte connotazione scientifica, che riguardano i valori ambientali, territoriali e culturali delle zone montane dell’Abruzzo, nonché l’aggiornamento delle relative carte dei sentieri con sistemi informativi geografici e della formazione di un archivio dedicato agli elementi antropici in esse presenti (Progetto Terre Alte). Inoltre la collaborazione si estende al supporto tecnico scientifico e formativo relativo alla progettazione, realizzazione e monitoraggio della rete sentieristica, delle opere alpine, di elementi antropici d’interesse, di rifugi di montagna ricadenti nei suddetti territori.

Le attività di competenza del Cai saranno realizzate dalle Sezioni dell’Aquila, di Teramo, di Popoli e di Isola del Gran Sasso d’Italia, nonché dalle Commissioni, Organi tecnici e Strutture operative anche attraverso l’eventuale coordinamento da parte del Gruppo Regionale Cai Abruzzo.

Parteciperanno alla giornata i rappresentanti degli Enti e delle Istituzioni coinvolte e interverrà da remoto il Vicepresidente Generale del Cai, con delega al Sentiero Italia, Giacomo Benedetti. Modererà l’evento il giornalista, scrittore e film maker Stefano Ardito, appassionato osservatore delle iniziative legate al mondo delle Terre Alte.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24