GIUBILEO STRAORDINARIO: PERCORSI PEDONALI TRA VIE E PIAZZE STORICHE DI ROMA E DINTORNI


 

di Claudia D’Orefice.

il 13 marzo avrà il via il Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco nella Basilica di San Pietro, argomento “Pensando a come la Chiesa possa rendere più evidente la sua missione di essere testimone della Misericordia”.
Momento fondamentale di questo evento sarà l’apertura delle porte delle 4 principali basiliche romane, il cui attraversamento simboleggia il percorso dei fedeli verso la riconciliazione con Dio.
L’inizio dell’Anno Santo avverrà martedì 8 dicembre 2015 con l’apertura della Porta Santa della Basilica di San Pietro, mentre domenica 13 dicembre 2015 si procederà con l’apertura di quella di San Giovanni in Laterano e delle Cattedrali del mondo. Venerdì 1 gennaio 2016 sarà poi la volta della Porta di Santa Maria Maggiore e lunedì 25 gennaio 2016 si potrà varcare la soglia della Basilica di San Paolo fuori le Mura.
Fino al 20 novembre 2016, si alterneranno eventi, messe, udienze ordinarie e straordinarie del Papa e veglie di preghiere.
Il Vaticano, di concerto con il Campidoglio, ha previsto dei cammini di fede per i visitatori, i quali potranno vedere anche altre basiliche, come San Giovanni Battista dei Fiorentini e la Chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini.
Per gli oltre 33 milioni di fedeli attesi nella Capitale, ecco i principali percorsi pedonali:
• Metrò Ottaviano- San Pietro
• Stazione San Pietro- San Pietro
• Terminal Gianicolo- San Pietro
• San Giovanni Battista dei Fiorentini- Santo Spirito in Sassia- San Pietro
• Chiesa San Salvatore in Lauro- San Pietro
• Santa Maria in Vallicella- San Pietro
• Parcheggio bus largo Micara- San Pietro
• San Giovanni- San Pietro
• Santa Maria Maggiore- Carcere Mamertino.
Tutti i cammini avranno come prima tappa Castel Sant’Angelo e come termine finale la Basilica di San Pietro.
Come annunciato dal Papa saranno aperte “Porte della Misericordia” in tutte le diocesi del mondo, santuari o luoghi di pellegrinaggio.
Ed è proprio l’Abruzzo, sia per la vicinanza con Roma, sia per l’elevato numero di luoghi di fede, a porsi come possibile prosieguo del percorso di questo Giubileo.
Fu, ad esempio, la Basilica di Santa Maria di Collemaggio ad ospitare il primo giubileo della storia: quello indetto da Papa Celestino V nel 1294 con la “Bolla del Perdono”, il cui rito, “La Perdonanza Celestiniana”, si ripete ogni anno nella Basilica il 28 e il 29 agosto con l’apertura della Porta Santa.
Altra interessante meta di pellegrinaggio per chi compirà il percorso giubilare è l’Eremo Celestiniano di Sant’Onofrio al Morrone a Sulmona, dove Papa Celestino V trascorse gran parte della sua vita.
Non dimetichiamo, poi, il Santuario della Madonna dei Miracoli a Casalbordino in provincia di Chieti, importante meta per il culto mariano, il Miracolo Eucaristico di Lanciano e la Basilica del Volto Santo a Manoppello, dove è custodita la misteriosa reliquia portata da un pellegrino rimasto poi ignoto.
Proprio per questo la Regione Abruzzo ha realizzato, insieme alla Conferenza Episcopale abruzzese e molisana, una guida ai percorsi religiosi e alle mete spirituali di pellegrinaggio in occasione di questo Anno Santo.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24