GLI ASPARAGI…….DI MARE


PRELIBATEZZA TUTTA DA SCOPRIRE

La salicornia, o asparagi di mare, è una pianta spontanea e commestibile, molto diffusa in Italia. Cresce lungo le coste, prediligendo terreni ad alta salinità, tipici degli ambienti marini. Oltre al luogo di crescita molto particolare, la sua peculiarità sta nelle sue proprietà nutrizionali.
E’ una pianta conosciuta da tempi antichi. Addirittura, i Vichinghi se ne cibavano abitualmente, durante i loro lunghi viaggi sulle coste di mezza Europa.

Scopriamone allora le caratteristiche e vediamo come può facilmente essere impiegata in cucina, soprattutto nel periodo estivo, per accompagnare i piatti a base di pesce.

La salicornia appartiene alla famiglia botanica delle Chenopodiacee. La specie più diffusa sul nostro territorio è la Salicornia europaea.
E’ una pianta con ciclo annuale, di tipo succulento, ossia in grado d’immagazzinare grandi quantità d’acqua, grazie a particolari tessuti (i parenchimi acquiferi), e quindi resistere a lunghi periodi di siccità. Un esempio a noi molto caro di questo tipo di piante è l’aloe.
Altra caratteristica degli asparagi di mare è che sono alofiti, cioè si adattano ai terreni salini, con una concentrazione di cloruro di sodio superiore all’1%. Questo limite, per la maggior parte delle piante, è intollerabile.
Per questo motivo la salicornia cresce a ridosso del mare e alle volte la troviamo anche nei ristagni d’acqua salata. La tendenza di questa pianta è quelle di crescere formando folti cespugli, che ricoprono di verde vaste aree, dando vita a un ecosistema particolare, il salicornieto. Gli asparagi di mare hanno un portamento a cespuglio e sono formati da steli eretti, carnosi e ramificati. Su questi fusti sono presenti piccole foglie, anch’esse carnose, a forma di scaglie appiattite. Gli steli della salicornia non raggiungono grandi altezze, di solito sono compresi tra i 10 e i 40 cm, ma, talvolta, possono superare questa dimensione.
Steli e ramificazioni sono tutti rivolti verso l’alto e sono verdi brillante nel periodo vegetativo primaverile. Durante la tarda estate e l’autunno, invece, la pianta entra in fioritura e tende al rossastro.
I fiori sono molto piccoli, poco visibili, sono di colore verde e con antere gialle e si trovano disposti all’ascella delle foglie.

L’ambiente di crescita della salicornia fa si che questa abbia un elevato contenuto di sali minerali. Un tempo, la pianta veniva bruciata e con le ceneri si otteneva il carbonato di sodio, usato nei processi di produzione del vetro e sapone.
I parametri nutrizionali degli asparagi di mare ci dicono che sono un cibo povero di calorie (solo 22 kcal per 100 gr), ma ricco di sodio 15,8 mg. Altri elementi rilevanti sono il contenuto di vitamina A e C, ferro, iodio, bromo, potassio e calcio.
Per questi suoi componenti la salicornia ha proprietà depurative, rinfrescanti e antiscorbutiche. Ed è consigliata nei soggetti ipotiroidei, poiché apporta iodio e ha un effetto calmante.
Una curiosità: anche i bovini, per il suo elevato contenuto di sale, ne vanno ghiotti. Quando ne hanno la possibilità, in un pascolo libero vicino il mare, la ricercano sempre.

Degli asparagi di mare si consumano e cucinano gli steli, raccolti prevalentemente nel periodo estivo. E’ un’erba spontanea che ha il sapore del mare, per questo motivo si accompagna in maniera eccezionale a qualsiasi piatto a base di pesce.
Raccolta e consumata tal quale ha un sapore molto salato, quindi per stemperare questa grande salinità può essere messa a mollo in acqua per 24 ore. Successivamente deve essere leggermente sbollentata. Dopo l’ammollo manterrà un gusto e un aroma di salsedine, davvero molto piacevole.
Una gustosa insalata, per accompagnare come contorno i piatti di pesce, si prepara con asparagi di mare sbollentati, limone e aceto balsamico.

ASPARAGI DI MARE IN PASTELLA CROCCANTE

Un aperitivo croccante, gustoso ma dal forte sapore marino: accompagnate questo piatto povero e semplice con della salsa tzatziki a base di yogurt vegetale fatto in casa o del patè vegetale e arricchite il vostro happy hour vegano.

Ingredienti:

  • 150 g di farina di grano tenero integrale
  • 50 g di farina di Manitoba
  • 50 g di farina di riso
  • ½ panetto di lievito di birra fresco
  • q. b. acqua fredda
  • 20 steli di Salicornia
  • q. b. di olio di riso
  • q. b. di prezzemolo riccio fresco

Procedimento:

  1. Sciacquate la Salicornia fresca e sbollentatela in acqua dolce per 2-4 minuti.
  2. Preparate la pastella mescolando le farine, l’acqua, il sale e il lievito, precedentemente riattivato e sciolto in una tazzina di acqua tiepida.
  3. Amalgamate la pastella in modo che non si formino grumi grazie ad una frusta. Procedete ad aggiungete quindi gli steli di salicornia, uno a uno.
  4. Quindi ponete sul fuoco una pentola alta e stretta e fate scaldare l’olio di riso.
  5. Quando sarà giunto a temperatura, gettate un paio di steli, fateli cuocere sino a che non diventeranno dorati quindi recuperateli velocemente e procedete così fino a terminare tutti gli asparagi di mare.
  6. Cuocete a immersione in olio ben caldo, questo vi permetterà di ottenere una pastella croccante e per nulla intrisa d’olio.
  7. Gustatele calde con un trito di prezzemolo fresco e tanto succo di limone!

SPAGHETTI CON GLI ASPARAGI DI MARE

Quando si va a fare la spesa puntualmente c’è qualcosa che attira la nostra attenzione più di qualunque altra. Che si tratti di un frutto dai colori accesi mai visto prima o di qualche ortaggio il cui nome o forma ci sembrano insolite! A noi è successo in pescheria, quando il nostro occhio è caduto non tanto su pesci particolari, quanto su una strana pianta: la salicornia. Caratteristica di acquitrini salmastri in particolare dell’area mediterranea, la sua forma allungata e il colore verde intenso ricorda proprio quello degli asparagi selvatici: da qui il suo nome. Tornati nella cucina di Giallo abbiamo preparato degli sfiziosissimi spaghetti con asparagi di mare. Per il pranzo di oggi potrete portare in tavola questa pasta stuzzicante che, oltre ad essere originale, si prepara in tempi strettissimi. Pronti a preparare e gustare gli spaghetti con asparagi di mare?

INGREDIENTI

Spaghetti Integrali 320 g Asparagi di mare 400 g Parmigiano Reggiano DOP da grattugiare 50 g Aglio 1 spicchio Olio extravergine d’oliva 30 g Pepe nero q.b.Peperoncino fresco piccante 30 g

Per preparare gli spaghetti con asparagi di mare iniziate mettendo sul fuoco una pentola con dell’acqua, dove cuocerete sia gli asparagi di mare che la pasta. Fate attenzione a non salarla però, poiché questo tipo di pianta è molto sapida. Non appena l’acqua sarà in ebollizione sbollentate gli asparagi di mare per 2-3 minuti (se li avete acquistati confezionati, non ci sarà bisogno di scqiacquarli. Attenetevi in ogni caso alle istruzioni riportate sulla confezione) Nel frattempo potrete dedicarvi al condimento. Eliminate il picciolo dal peperoncino e con la lama entrate delicatamente all’interno per staccare i filamenti. Dopodiché sbattete il peperoncino sul tagliere, così da far fuoriuscire tutti i semini . Tagliate a rondelle di circa mezzo centimetro e tenete da parte . Poi schiacciate leggermente lo spicchio d’aglio con un coltello  per sbucciarlo più facilmente. Versate l’olio in padella insieme all’aglio e al peperoncino  e lasciate insaporire per 1-2 minuti a fiamma media . A questo punto scolate gli asparagi conservando l’acqua di cottura, tuffateli in padella così da farli insaporire per un minuto a fuoco dolce . Infine togliete l’aglio. Riportate a bollore l’acqua in cui avete sbollentato gli asparagi di mare per cuocere gli spaghetti. Quando mancheranno 3-4 minuti dalla fine della cottura scolateli (lasciando l’acqua di cottura da parte) per risottarli nella padella con il condimento. e proseguite la cottura aggiungendo acqua al bisogno . Una volta pronti spegnete la fiamma e condite il Parmigiano grattugiato , mantecando per bene il tutto  Poi spolverizzate con del pepe nero , date un’ultima saltata  e i vostri spaghetti con asparagi di mare sono pronti per essere portati in tavola .

Commenti Facebook

About Ivan Cicchetti

Ivan Cicchetti
Nasce a Roma nel 1978, scrittore, poeta, novellista e librettista teatrale. Nel 2008 e nel 2009 è stato responsabile della sala stampa della mostra internazionale AQUILA ANTIQUA a L'Aquila. E' stato collaboratore di diverse testate giornalistiche abruzzesi. Attualmente resp. sala stampa del Talent ONLY FOR NUMBER ONES in Calabria, e resp. della sala stampa e produttore del talent LA NUIT D'ETOILE D'OR .Da Settembre 2017 collabora come giornalista con la testata IL FARO 24 NEWS