Il futuro dell’auto usata guarda al digitale


Anche nel florido settore delle auto usate il digitale ha portato grandi cambiamenti che vogliamo analizzare in questo approfondimento. Nel nostro Paese gli studi del settore dimostrano che gli italiani sono molto interessati all’acquisto dell’usato e che, quando lo fanno, sono estremamente preparati su prezzi, valore e qualità da osservare per finalizzare la compravendita. Al tempo stesso le facilitazioni del web hanno reso ancora più attivo questo mercato per cui oggi cercare una Evoque usata è diventato estremamente facile. Inoltre le trattative si concludono in tempi molto più rapidi e con una certa dinamicità.

Alcuni dati restano invariati nel tempo

È noto a tutti che il mercato delle auto di seconda mano si stia evolvendo velocemente anche se, numeri alla mano, il numero di passaggi di proprietà rispetto agli ultimi anni sia rimasto pressoché invariato. Certo è che le transazioni sono in crescita lenta e sempre positiva. Difatti le vendite di auto usate rimangono prerogativa fondamentale tra privati dato che riguardano almeno sei vetture su dieci. Inoltre le auto vendute hanno un’età media piuttosto avanzata dato che da numerosi studi condotti risulta che almeno il 40% delle vetture hanno intorno a nove anni.

Quindi cosa è cambiato nella vendita delle auto usate?

Con le possibilità offerte dal digitale il primo luogo d’approccio, per almeno tre persone su quattro, diventa internet. Difatti con app e siti web specializzati le persone conducono indagini molto approfondite prima di concludere l’acquisto o rivolgersi ad una concessionaria. Internet favorisce l’incontro tra domanda e offerta creando flussi sul mercato per i quali diventa ancora più facile ricavare informazioni sul suo andamento. Difatti l’intensificazione delle transazioni digitali ha spinto venditori privati e concessionarie di usato a investire risorse per promuoversi sul web tramite l’ingaggio di figure specializzate per migliorare la visibilità.

Marketing digitale altamente qualificato

Il mercato dell’usato, da sempre al passo con i tempi, ha dimostrato di aver recepito forte e chiaro l’impatto del web per cui propone piattaforme e soluzioni di vendita davvero all’avanguardia. Tutto è pensato per mostrare informazioni trasparenti e dare risalto alle migliori occasioni raggiungendo l’utenza interessata all’acquisto con attività di marketing digitale altamente qualificato. Spopolano le riviste digitali di settore, i comparatori di prezzi e le piattaforme dette Marketplace. Si tratta di luoghi virtuali dove le persone possono vendere e acquistare beni usati gratuitamente e che il mercato delle auto di seconda mano ha travolto quasi completamente.

Il mercato dell’usato apre a nuovi scenari: il renting

A questo fermento digitale si è avvicinato il mercato del car sharing che ha trovato proprio nel web la miglior spinta propulsiva per emergere. Non a caso si sono diffuse in maniera esponenziale le società specializzate in auto condivise per noleggi semplici e quelle specializzate nei noleggi a lungo termine. Queste due formule sono le alternative concorrenti all’acquisto dell’auto usata proprio perché favoriscono la compravendita senza passare per intermediari finanziari. Anche per questo l’usato ha dovuto riformulare le proprie strategie di business e far fronte all’arrivo di questi nuovi protagonisti proponendo alle persone formule convenienti e intriganti per ottimizzare le vendite.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24