IL MISTERO DELLE MUMMIE DI NAZCA


Di fatti e avvenimenti non immediatamente spiegabili usando la normale logica a cui siamo abituati, il mondo vanta una lunga collezione. Solo perché non si hanno (ancora) a disposizione strumenti per “provare” determinate cose, non significa che non siano vere. D’altro canto è necessario riuscire ad apportare elementi che siano significativi, per evitare la propagazione di bufale e leggende metropolitane che oggi come oggi si diffondono a macchia d’olio soprattutto sul web. Proprio qualche giorno fa, il caso della presunta mummia aliena ritrovata in Peru’ aveva fatto il giro del mondo tra lo scetticismo di molti. I ricercatori affermano di aver trovato vari corpi alieni nella stessa tomba a Nazca. Oltre alla mummia, sarebbe stato rinvenuto il corpo senza testa di un altro esemplare. Sulla pagina facebook di Gaia, è possibile leggere il post riguardo tale scoperta: “un altro corpo di Nazca è sotto indagine. Sembra appartenere a un altro esemplare”. Alla mummia in questione è stato assegnato il nome indicativo di “Victoria” e sembra che insieme a lei ci siano altri resti che aspettano solo di essere portati alla luce. In tutta questa storia non è mancato l’intervento di Jaime Maussan, uno dei maggiori esponenti della comunità di ricerca aliena e ufologica, spesso duramente criticato. “Questa è una delle scoperte più importanti del XXI secolo. La gente ha capito che questi corpi alieni sono sempre stati in possesso dei militari e delle forze armate”, ha affermato l’ufologo messicano. Dalle recenti radiografie, è emerso che la mummia ha uno scheletro, oltre a contenere nello stomaco delle misteriose “sfere”. I ricercatori più scettici hanno immediatamente attaccato Maussan ed il suo team di stare divulgando qualcosa di costruito (date le divulgazioni passate che si sono poi rivelate essere dei falsi). Molti però ci vanno con i piedi di piombo, mantenendo il giusto equilibrio tra apertura mentale, curiosità e scetticismo, per capire di cosa si tratti realmente. Secondo l’autore britannico Niegel Watson, si è di fronte ad un falso costruito utilizzando mummie vere, cosa che spiegherebbe le ossa emerse dalle radiografie. Quindi per il momento ancora nulla di realmente definito. Solo ulteriore confusione e dibattiti spesso inconcludenti, dove ognuno vuole avere ragione a tutti i costi, più che scoprire realmente la verità.

 

( a cura di Cicchetti Ivan)

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24