Prima Categoria, gir. A. Si chiude il 2016 con lo strapotere del Real Carsoli. Salti in avanti per Sportland e Pucetta


La Prima Categoria chiude i battenti di questo 2016 che ha avuto un padrone assoluto. Parliamo del Real Carsoli che in 14 giornate ha collezionato 12 vittorie e 2 pareggi. Numeri da capogiro per una squadra come il Real che adesso si ritrova al comando della classifica con 38 punti con un vantaggio di 7 sulla prima inseguitrice e 17 sulla sesta. La squadra di mister Paolo Giordani ha ottenuto la dodicesima vittoria stagionale contro il Cesaproba con il risultato di 4 a 1. A fine primo tempo al 40′ è Coletta a siglare il vantaggio tre minuti prima che Flamini sigli il raddoppio. Nella ripresa Prosperini riapre la partita e ridà speranza agli ospiti. I padroni di casa non si scompongono più di tanto e controllano il match fino all’80’ quando, con il Cesaproba tutto in avanti, Prosperi prima e Venditti due minuti dopo fissano il risultato sul 4 a 1 finale. Gli ospiti aquilani restano fermi a 14 punti in quart’ultima posizione.

Mancini, Marianetti (all’undicesima marcatura stagionale) e Cardarelli, annullano la splendida rete di Tavarozzi su punizione e permettono dunque allo Sportland Celano di superare il Pizzoli per 3 a 1 e di salire a 31 punti in classifica agganciando l’altra squadra di Pizzoli, la New Team. Il Pizzoli al momento resta fermo a 21 punti fuori dalla lotta playoff, mentre lo Sportland Celano dopo il passo falso della sconfitta interna contro il Real Carsoli, dopo aver ottenuto la vittoria a Collelongo contro la Vallelonga (prima squadra ad espugnare il campo della squadra di mister Principe), ottiene la seconda vittoria consecutiva.

Passo falso, dicevamo, per la New Team Pizzoli che, tra le mura amiche, non va oltre il pari contro il Magliano Montevelino. Uno sfortunato autogol rossonero regala il primo punto della stagione al Magliano targato Maurizio Patané che, stando a quanto dichiarato ai nostri taccuini da Carmine Silvestri (clicca qui per leggere le sue dichiarazioni), ha portato nuova energia ai blaugrana. Per i rossoneri il marcatore entrato nel tabellino è Greco. Pareggio prezioso dunque quello ottenuto dal Magliano che gli consente di chiudere il 2016 con un punto che dà morale. In classifica la formazione di Patané sale a 10 punti, mentre la New Team resta a 31.

Sesto risultato utile consecutivo per il Pucetta che annichilisce letteralmente un Capitignano in evidente difficoltà. Le reti sono state firmate al 4′ da Paolini, al 19′ da Incerto, al 37′ da Angelosante, al 44′ da Cannatelli e all’85’ ancora da Angelosante che firma la sua doppietta personale con una prodezza incredibile: recupero palla a metà campo, corsa verso l’area e dai 25 metri missile terra aria che si insacca sotto al sette sotto gli sguardi increduli dei giocatori avversari. Questa vittoria consente ai gialloblu di Gianluca Giordani di agguantare il quarto posto scavalcando proprio il Tornimparte. Per quel che riguarda invece il Capitignano, la squadra biancoviola deve fermarsi e ragionare e forse è un bene che sia arrivata la sosta natalizia. Sì perché la sconfitta interna della dodicesima giornata subita in superiorità numerica e in vantaggio di due gol alla fine del primo tempo contro il Venere, ha lasciato strascichi che nemmeno il successo ottenuto a Magliano dei Marsi nella giornata successiva ha portato via. Infatti il mister Antonio Caracciolo ha lasciato la panchina e ora c’è il giocatore Marco Mililli a guidare la squadra. Inoltre sul 3 a 0 per il Pucetta, non è possibile vedere gesti come quello di Egidio Gesualdi che, preso dalla frustrazione, stende con un pugno un avversario e lascia la propria squadra in 10. E dire che il Capitignano non era partito male. Ci sono le basi per salvarsi, ma bisogna cominciare a lavorare sul serio.

Dopo aver fermato sul pari il Pucetta e aver perso a Cesaproba, il San Pelino riesce a fermare sul 2 a 2 anche il Tornimparte rimontando due gol. Prestazione gagliarda quella fornita dai ragazzi di Peppe Cerone che annovera tra le proprie fila anche l’apporto di Vincenzo Fusarelli. Dopo le reti di Miocchi e Di Marzio nella prima frazione, Albertazzi e Fasciani riescono a raddrizzare la gara nel secondo tempo. Pareggio pesante per i biancorossi che si vedono scavalcare dal Pucetta, mentre il San Pelino resta fermo a 6 punti.

Terza sconfitta consecutiva per la Vallelonga che questa volta cade a Barrea con il risultato di 3 a 1. Una doppietta di Pandolfi e Musilli per il Barrea e Principe per gli ospiti gli autori delle marcature. La Vallelonga resta al settimo posto con venti punti, ma con le inseguitrici più vicine tra cui proprio il Barrea che sale al nono posto con 19 punti.

Eccellente vittoria ottenuta dal Venere al Maestrelli di Villa San Sebastiano. Alla rete di Ruggeri risponde Galantucci, ma poi è Zarini a fissare il risultato sull’1 a 2 finale. Venere che sale dunque a 19 punti mentre il Villa resta fermo a 16. Crescimbeni ci aveva raccontato di quanto fosse importante raggiungere i playoff (clicca qui per leggere le sue parole), che però di questo passo rischiano di sfuggire visto che sono lontani 9 punti.

Infine importantissima vittoria per il Pescina che vince 2 a 1 sul Tagliacozzo e si porta proprio ad un punto dai biancoverdi. Decisiva per i biancoazzurri di mister Roberto Prosia la doppietta di Di Salvatore, mentre per gli ospiti è Sesay a siglare la rete della bandiera. In classifica il Tagliacozzo resta fermo a 16, mentre il Pescina, che occupa l’ultimo posto playout, è a 15.

Vincenzo Chiarizia

Leggi la notizia su MarsicaSportiva.it

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24