INCENDI A L’AQUILA: CARABINIERI FORESTALI INTERVENGONO PER INDAGARE SULLE CAUSE DEI ROGHI


Nella giornata del 12 agosto sono occorsi nel Comune di L’Aquila due incendi che hanno interessato aree boschive e zone parzialmente incolte.

Il primo incendio si è sviluppato intorno alle ore 15:00, in un’area in località Vasche del vento, in prossimità dell’ex casa cantoniera e non lontano dal casello autostradale L’Aquila Est. L’incendio ha interessato una superficie di circa 3/ 4 ha ed ha coinvolto parte della zona boscata che domina il versante montuoso. I Carabinieri forestali della Stazione Parco di Arischia, nonché il personale del NIPAAF, hanno constatato la presumibile natura dolosa, in considerazione della tipologia di vegetazione presente e della dinamica di propagazione delle fiamme. Grazie al tempestivo intervento dei VVFF e del mezzo aereo le fiamme sono state domate intorno alle ore 17:00. Di lì a poco si è sviluppato il secondo incendio, in ambito semi urbano, non lontano dalla stadio, in Via Avezzano, ove le fiamme si sono propagate su ex coltivi abbandonati, lambendo alcune abitazioni. In questo secondo episodio i Carabinieri forestali sono riusciti a risalire all’autore, identificato in N.R, di anni 73, che stava cuocendo in uno spazio attiguo alla propria abitazione delle conserve di pomodoro ed ha perso il controllo del fuoco che si è velocemente propagato alla vegetazione secca. L’uomo è stato deferito all’A.G. per i reati di cui agli articoli  423 e 449 del codice penale (incendio colposo).

In entrambe le situazioni la prontezza di avvistamento e di intervento degli operatori ha consentito di domare le fiamme e di evitare danni a cose e persone che avrebbero potuto essere molto gravi, visti i contesti.

I Carabinieri forestali richiamano, specie in questo periodo di elevate temperature e secchezza della vegetazione, di evitare qualsiasi comportamento che possa dare origine ad incendi, quali accensioni di fuochi,   bruciature di stoppie e sconsigliano, in particolare, per sagre, feste ed eventi pubblici, l’utilizzo di fuochi di artificio. La situazione climatica è, infatti, destinata ad essere ancora critica per diversi giorni.

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24