Iniziativa formativa per maestranze e tecnici. Preservare i vecchi mestieri e conservare con antichi saperi


L’Ente Paritetico Unificato per la Formazione, la Sicurezza e la Salute della Provincia di L’Aquila, avvierà l’iniziativa formativa per le maestranze e per i tecnici: “Preservare i vecchi mestieri e conservare con antichi saperi”.

Ad oggi la cultura del restauro e della conservazione si è rivolta prevalentemente agli edifici ed agli spazi architettonici civili catalogati come “tutelati”.
Preme, dunque, la forte esigenza di spostare lo sguardo verso la pratica della conservazione edilizia detta minore, ordinaria o ricorrente che costituisce la gran parte del nostro patrimonio monumentale storico locale.
Quest’ultimo, anche se per abitudine viene considerato di minore qualità, rappresenta, invece, la struttura portante della nostra identità culturale ed è il tessuto dei nostri centri storici, sia urbani che rurali.
Questa consistenza storica è affiancata da una enorme varietà edilizia sia nelle materie prime che nelle applicazioni tecnico/costruttive.
L’edilizia storica è una grande risorsa a cui è d’obbligo dare la giusta considerazione senza limitarne la fruibilità, riconoscendola come depositaria di tecniche e maestranze storicizzate con le quali dobbiamo necessariamente rapportarci.
A tale scopo si ritiene doveroso formare ed informare le maestranze e i tecnici di cantiere che quotidianamente sono chiamati a confrontarsi con la manutenzione, la ristrutturazione e la conservazione di tali spazi.
Riconoscere e valorizzarle le maestranze edili nella consapevolezza che gli antichi mestieri sono di fatto i veri protagonisti del nostro patrimonio culturale senza i quali oggi non avremmo né l’edilizia storica né tantomeno quella tutelata.
In questo spazio vuoto si innesta a giusta misura la nascita di un progetto di conservazio-ne della materia artigianale dell’edilizia storica del nostro territorio.

Il corso è dedicato a tutte le maestranze e ai tecnici di cantiere che avvertono la necessità di comprendere la materia sulla quale operano e di acquisire le competenze necessarie per poter dialogare con datori di lavoro, progettisti e committenze per raggiungere un alto livello di resa qualitativa del proprio lavoro nel con-testo della conservazione del bene storico edilizio.
A saper operare su materie artigianali quali pavimentazioni, elementi lapidei, murature, intonaci, laterizi e malte storiche-tradizionali.
Sensibilizzare i datori di lavoro alla valorizzazione delle proprie maestranze e tecnici di cantiere nell’ottica di una maggiore competitività nell’ambito del panorama della ristrutturazione e riqualificazione degli spazi architettonici.
Organizzazione del corso
La durata del corso è di 35 ore complessive articolate in 5 moduli tematici.
Ogni modulo dura 7 ore distribuite in 3 ore il venerdì pomeriggio dalle ore 14 alle ore 17 (lezioni teoriche in aula) e 4 ore il sabato mattina dalle ore 8,30 alle ore 12,30 (lezioni pratiche in laboratorio).

Al termine del corso è previsto il rilascio dell’attestato di frequenza.
Periodo di svolgimento del corso: seconda quindicina del mese di Gennaio 2017.
Il numero massimo di partecipanti per corso è di 20 unità.

Il corpo docente è composto da professionisti qualificati restauratori conservatori e tecnici di provata esperienza.
Per info: 0862 461542 – Fax 0862 461459 – 0862 401396 – Fax 0862 482093

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24