La chirurgia estetica: non solo bellezza fisica


Sono ormai lontani i tempi in cui si pensava che la chirurgia estetica fosse un’esclusiva delle star e delle celebrità.

Ad oggi, è sempre maggiore il numero degli uomini e delle donne che scelgono di rivolgersi ad esperti autorevoli del settore per migliorare il proprio aspetto fisico.

La chirurgia estetica è un ramo della chirurgia contraddistinta da finalità funzionali e riparative. Ciò significa che il fine ultimo della chirurgia estetica è quello di migliorare o semplicemente di modificare l’aspetto fisico dei pazienti clinicamente sani.

Trattandosi, però, di interventi chirurgici è sempre opportuno rivolgersi a professionisti che possono dimostrare una comprovata esperienza nel settore, come il dott. Antonio Ottaviani.

Quali sono i più comuni interventi di chirurgia estetica?

Quando si parla di chirurgia estetica, volta quindi al miglioramento dell’aspetto fisico, sono numerosi gli interventi a cui si fa riferimento.

Tra gli interventi che riguardano il viso vi sono:

  • Rinoplastica che coinvolge il naso;
  • Blefaroplastica ossia interventi relativi alle palpebre;
  • Genioplastica relativamente al mento;
  • Otoplastica interventi alle orecchie;
  • Zigomi, mandibola e mascella.

Inoltre, non sono da trascurare gli interventi utili per ridurre ed eliminare le rughe (ritidectomia o lifting) oppure del tessuto adiposo (lipofilling).

La chirurgia può coinvolgere anche la mammella permettendo, quindi, l’ingrandimento (mastoplastica additiva) oppure il ridimensionamento (mastoplastica riduttiva). Per quanto concerne, invece, il rassodamento del seno si parla di mastopessi. Nel caso in cui il paziente che si sottopone a tale intervento sia di sesso maschile, si parla di ginecomastia.

Le possibilità a disposizione di quanti vogliono cambiare qualche dettaglio del proprio aspetto fisico, però, non sono finite.

Si può anche parlare di addominoplastica per riferirsi all’intervento che consente la ricostruzione dei muscoli della parete dell’addome e, anche, per rimandare all’intervento di liposuzione per la rimozione del tessuto adiposo in eccesso.

Quali sono i vantaggi della chirurgia estetica?

Le motivazioni che possono spingere un soggetto a sottoporsi ad un intervento chirurgico sono molteplici e, indubbiamente, dipendono da scelte personali.

L’importante, però, è quello di scegliere bene e con cura il professionista a cui affidarsi e di cui fidarsi.

Tra le leve motivazionali che spingono alla scelta di sottoporsi ad un intervento, vi è il non piacersi.

Quante volte quel piccolo difetto fisico diventa sempre più grande, sino al punto di costituire un vero e proprio impedimento ed un ostacolo che sembra essere insormontabile ma che, di contro, modifica fortemente la quotidianità e i rapporti sociali?

In questa situazione, innegabilmente, l’autostima subisce un crollo. Per evitare di vivere questa terribile sensazione di inadeguatezza e di vergogna per quel difetto fisico, si può scegliere di percorrere la strada che conduce all’eliminazione del problema.  

Quando si vive una situazione di disagio, la vergogna, la paura ed anche la sofferenza fisica e psichica sono all’ordine del giorno.

Molto spesso, per evitare di ricorrere alla chirurgia estetica, si cerca di mascherare il difetto nei modi più strani e disparati. Il risultato? Maggiore senso di insoddisfazione e di frustrazione legato a quel vano tentativo di scegliere soluzioni fai da te inappropriate.

La chirurgia estetica, certamente modifica l’aspetto fisico, ma migliora anche la concezione che l’individuo ha di sé stesso; pertanto, si tratta di un intervento che coinvolge la vita del soggetto interessato a 360° apportando innumerevoli benefici. 

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24