La Governance del Cam punta al Concordato Preventivo per la ristrutturazione dei debiti


RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

Il Consiglio di Gestione del Consorzio Acquedottistico Marsicano spa presenterà nelle prossime ore al Tribunale di Avezzano una domanda di ammissione al concordato Preventivo. Tale procedura mira alla regolazione e sistemazione della crisi aziendale valorizzando i profili di recupero funzionale. Lo scopo è quello di una ristrutturazione dei consistenti debiti con la soddisfazione, seppur parziale, dei creditori.
La decisione presa dal CDG, di concerto con il Consiglio di Sorveglianza, si rende necessaria per il risanamento economico e finanziario dell’impresa stante la situazione di difficoltà nella quale versa il Consorzio ed il pesante indebitamento maturato nel tempo. La scelta segue una significativa fase di ricognizione della condizione dell’azienda, portata avanti dalla nuova Governance del Consorzio e realizzata anche attraverso una verifica dei documenti e delle scritture contabili dell’ente.
In particolare la nuova gestione ha fortemente voluto e portato avanti nell’ambito delle rispettive competenze del C.D.G. e del C.D.S. una due diligence, ovvero una straordinaria attività di verifica ed indagine finalizzata alla raccolta e alla completa interpretazione contabile di tutti i flussi informativi necessari a valutare le attività del CAM SPA degli ultimi 8/9 anni. Dalla stessa è emersa la necessità di una profonda rettifica dei conti dell’azienda per circa 13 milioni di euro.
Riguardo alla richiesta di concordato preventivo la Presidente del Consiglio di Gestione Manuela Morgante, il consigliere Armando Floris ed i componenti del Consiglio di Sorveglianza Alessandro Pierleoni, Felicia Mazzocchi e Antonio Mostacci sostengono che
“Si tratta di una procedura per la quale occorrerà l’approvazione dei creditori e l’omologazione del Tribunale e che potrebbe garantire una continuità dell’attività di gestione con una reazione immediata per governare la crisi, tutelando il servizio e salvaguardando i livelli occupazionali. A tale ultimo riguardo, può essere opportuno ricordare che diversi dipendenti del Cam sono ormai prossimi alla pensione: si può quindi pensare ad un significativo alleggerimento dei costi del personale senza operare tagli drammatici in un processo che vogliamo portare avanti velocemente ed in condivisione con i sindacati.

Avezzano 27/02/2018

Ufficio Stampa C.A.M. Spa

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24