LA PINGUINO NUOTO RIAPRE LA PISCINA DI SANT’EGIDIO IN VAL VIBRATA


Dopo 4 mesi di stop, riapre i battenti la piscina comunale di S.Egidio, punto di riferimento per il nuoto in Val Vibrata .

Dopo i lavori di resyling ad opera della Pinguino Nuoto, società di Avezzano che si è aggiudicata il bando di gara e che hanno interessato in primis il rifacimento della vasca adattandola alle nuove normative ed a esigenze agonistiche, l’impianto è stato riconsegnato alla cittadinazna e torna finalmente fruibile.

Mercoledì il taglio del nastro alla presenza del sindaco di S.Egidio Rando Angelini, del delegato allo sport Annunzio Amatucci, del presidente e DS della Pinguino Daniela SorgeNazzareno Di Matteo, del presidente regionale FIN Cristiano Carppente, del coordinatore regionale MIUR Prof. Antonello Passacantando.

“Qualche mese di pazienza per avere un gioiello” – ha esordito il 1° Cittadino Rando Angelini

“Quando sono entrato non riconoscevo questa struttura che per anni ha dato lustro alla cittadina e continuerà a darla.

I rappresentanti della Pinguino e dell’ Alfa coop, ci tenevano con entusiasmo a raccontare minuto per minuto il lavoro che hanno fatto.

Per un sindaco è un grande momento di rinascita, tagliare questo nastro. Un impianto nuovo che ha al suo interno le migliori attività che aveva. Un grazie va a tutte le società che si adoperano per far si che S.Egidio e la Val Vibrata abbiano una struttura di questa portata

Siamo un paese, fortemente orgoglioso di avere delle caratteristiche che altri non hanno.

Quasi nessuno comune può vantare un un impianto del genere che svolge un grande servizio per tutta la comunità.

Un grazie va anche a tutte le precedenti amministrazioni che hanno creduto in questa struttura che porta vantaggi di carattere sociale e sportivo visto che l’intenzione è quello di riportare qui il nuoto che conta”.

“Chiedo scusa a tutti coloro che hanno dovuto rinunciare a frequentare questa piscina negli ultimi 3,4 mesi Una piscina che ha un bacino d’utenza importante e che rappresenta il fiore all’occhiello della nostra comunità. Un in bocca al lupo a coloro che si sono aggiudicatri l’appalto,ai ragazzi che continueranno a lavorare qui , alle società che fanno nuoto e promuovono questo bellissimo sport”, le parole del delegato allo sport Annunzio Amatucci.

Di collaborazione e di progetti parlano il presidente ed il DS della Pinguino

“Siamo in un territorio nuovo – dice Daniela Sorge-Un grazie al sindaco ed all’amministrazione comunale per averci accolto ed inserito in questa nuova realtà. Un grazie ad Alessandro Chiesa che ci ha tirato in ballo in questa esperienza

Mi ricordo questa piscina perchè 20 anni fa venivo a farci le gare di nuoto sincronizzato.

Tornare qui da protagonista mi riempie di orgoglio.

Un impianto rinnovato con la vasca ex novo dopo 30 anni di nuotare secondo i parametri di sicurezza e d’igiene.

Obiettivo principale sarà quello di portare questo impianto ad essere uno dei centri natatori più importanti della Regione Abruzzo e non a caso c’è il presidente regionale FIN Cristiano Carpente ed il responsabile MIUR Prof. Antonello Passacantando

Nel bando, abbiamo sottolineato la necessità di riporatre qui l’attività agonistica che c’era tantissimi anni fa ed era importante. Perchè quindi non ricreare una piccola realtà in collaborazione con la società del posto che sono tante, ripartendo dalla propoaganda per poi arrivare a tutti i vari livelli del nuoto e del nuoto sincronizzato?

La nostra gestione sarà caratterizzata da un rapporto di collaborazione con tutti: con l’amministrazione, le società del posto, le scuole, le aziende del territorio, perchè solo così, collaborando si potranno ottenere in futuro i risultati che hanno caratterizzato la nostra società”.

Di grande soddisfazione per la riapertura di questo impianto , parlano Cristiano Carpente ed il Prof. Antonello Passacantando

“La FIN- afferma Carpente– è felice di avere un impianto ristrutturato e disponibile e lavoreremo insieme alla Pinguino per riporatre eventi di carattere agonistico in Val Vibrata.

Cercheremo di spronare anche le società già attive per spronarle a fare sano agonismo”.

“Non potevo non esserci- conclude il prof. Passacantando- . Ho vissuto la costruzione della 1°vasca di Avezzano ed oggi la Pinguino è una realtà. Avete dato questo impianto a persone giuste perchè la Pinguino non è solo sport ma volontariato ed integrazione sociale.

Se vuoi arrivare primo corri da solo, se vuoi arrivare lontano corriamo insieme…”

 

FONTE GRAFFITINEWS

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24

Potrebbe interessarti:

Tiro al volo, Settore giovanile FITAV: la carica degli oltre 300

  Sono stati 309 i giovani che hanno partecipato al campionato nazionale di tiro a …