La sala Vlt ideale, tra leggi regionali e buon senso


L’Abruzzo è stata una delle regioni più attive nella lotta alla ludopatia: recependo la normativa nazionale, la Regione ha emanato nel 2013 la legge 40, che stabilisce i criteri di impianto delle sale. Tra le disposizioni, la distanza minima dai luoghi sensibili come scuole, chiese, cimiteri, caserme, impianti sportivi o ospedali, il divieto di fare pubblicità e la regolamentazione relativa alle licenze. L’obiettivo è quello di difendere quella parte di popolazione più vulnerabile, anche in seguito ad eventi catastrofici come il terremoto.

A delineare il quadro migliore per le sale slot e videolottery, oltre che le normative vigenti, c’è anche uno studio pubblicato su SlotPalace che spiega come viene monitorato il gaming in Italia. Analizzando le preferenze dei giocatori italiani, l’istituto è giunto a definire quello che è il locale d gioco perfetto. Alcuni degli intervistati hanno ammesso di ricercare sale da gioco lontane dalla propria abitazione, sia per avere un distacco dalla routine quotidiana, sia per avere una maggiore discrezione. La maggior parte dei giocatori, però, preferisce sale da gioco equidistanti da casa e dal posto di lavoro, in modo tale che sia loro più comodo possibile.

La presenza di un parcheggio custodito o videosorvegliato rappresenta un aspetto importante nella scelta dei locali di gioco. La paura di aver lasciato l’auto in un luogo troppo appartato o peggio in seconda fila con il rischio di essere multato, rappresenta un deterrente per il giocatore, che tenderà a scartare locali privi di parcheggio. In generale, le caratteristiche delle sale da gioco devono essere simili a quelle dei casinò, laddove i players non si preoccupano di altro che di giocare.

La sala ideale, dunque, deve presentarsi con un ingresso accattivante e una reception con personale che si occupa di accoglienza e guardaroba. È fondamentale che gli ambienti siano separati (meglio ancora se insonorizzati e con luci soffuse, non troppo buio) a seconda se ospitino scommesse, slot machine, bingo etc. La presenza della security, inoltre, dà una maggiore sicurezza ai giocatori, come in tutte le cose in cui ci sono transazioni di denaro. Non devono mancare anche aree dedicate al ristoro, non per forza un ristorante, ma anche solo degli angoli presso i quali consumare snack e scambiare punti di vista e osservazioni con altri giocatori. In questi ambienti, non devono mancare le informazioni relative ai giochi e alle scommesse, ma anche un po’ di musica a basso volume non è da trascurare.

È importante che siano presenti ambienti sia per fumatori sia per non fumatori, meglio che con personale che assiste i giocatori durante ogni fase della loro permanenza in sala. La privacy è una dei fattori fondamentali e il personale deve evitare assembramenti attorno alle macchinette mentre qualcuno sta giocando. Ovviamente, la pulizia dei locali deve essere costante, con le aree dedicate ai fumatori che devono essere anche adeguatamente profumate.

Link al Consiglio Regionale della Regione Abruzzo

www2.consiglio.regione.abruzzo.it/leggi_tv/abruzzo_lr/2013/lr13040/Intero.asp

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24