LA STORIA SIAMO NOI – ROSETO 1924


Benito Mussolini 93 anni fa divenne cittadino onorario di Roseto. Per la verità all’epoca il comune era ancora a Montepagano, ma fu trasferito proprio nel 1924 alla Marina che aveva cambiato nome da Le Quote (22 maggio 1860) a Rosburgo (22 maggio 1887).  Per trasformarsi definitivamente in Roseto il 20 febbraio del 1927. Nel momento del conferimento della cittadinanza onoraria al capo del Fascismo, era sindaco della città Alberto Mezzopreti, membro di una famiglia patrizia locale, cui si deve anche il trasferimento della sede municipale da Montepagano a Rosburgo. Così il consiglio comunale, su proposta del sindaco, «in presenza di moltissima parte della cittadinanza plaudente», come si legge nella delibera, stabilì di far diventare cittadino rosetano, anzi rosburghese, il cavalier Mussolini. Molto circostanziata la motivazione, che recita: «In riconoscimento dell’opera ricostruttiva e di ricostruzione economico-morale della Nazione, delibera per acclamazione di concedere la cittadinanza onoraria del Comune di Montepagano a S.E. Benito Mussolini Duce del Fascismo e Capo del Governo che con mano sicura avvia l’Italia rinnovellata verso alti e immancabili destini». 

 

( Cicchetti Ivan )

 

 

Commenti Facebook

About J P