Ricambi auto online

L’ABRUZZO E LA MARSICA PROTAGONISTE NEL ROMANZO: L’ARCIERE L’ORDINE DELL’ARCO DI GERMANO DI MATTIA


E’ in uscita l’attesissimo libro L’Arciere della saga L’Ordine dell’Arco, un’epopea moderna che oltre ad essere un viaggio iniziatico è un’avventura esilarante per gli appassionati del mistero. La copertina del romanzo è stata realizzata da Ciruelo Cabral un artista argentino che precedentemente ha lavorato per George Lucas il creatore di Stars Wars (in Italia Guerre stellari) per Eragon di Christopher Paolini, per Alejandro Jodorowsky, altro grande nome di risonanza mondiale e per gli artisti della musica come il gruppo svedese dei Flower Kings e per l’americano Steve Vai. Ma Germano Di Mattia non è nuovo a collaborazioni da Oscar, al suo attivo diversi film come attore, documentari come regista e dischi come cantante,  ed in tutte le sue attività ha sempre dimostrato un alto livello artistico, innovazione, con una creatività  originale che caratterizza il suo stile che è rendere possibile l’impossibile, riuscendo ad essere sempre al passo coi tempi, su traguardi difficili non raggiunti da altri, ma certamente entusiasmanti! L’Arciere L’Ordine dell’Arco è il primo romanzo della saga, ed  è il frutto di ben tredici anni di lavoro a più riprese, l’opera è stata rivista più volte ed autocorretta a causa del suo perfezionismo, ha scritto e buttato via decine e decine di pagine, prima di ritenere che potesse essere pubblicato, ma infine è riuscito nel suo intento anche oltre le sue iniziali aspettative. Il libro edito da Verdechiaro edizioni, racconta la storia di Giuseppe, un giovane mugnaio dell’Abruzzo, che desidera diventare un cantante. Un giorno, in sogno, una misteriosa voce gli indica di mettersi sulle tracce di un antico manoscritto e gli preannuncia l’incontro con un uomo saggio. Il ragazzo indugia, ma alla fine decide di partire. Lascia la sua terra per iniziare il viaggio che lo porterà all’incontro con un enigmatico frate cistercense, il quale gli donerà un misterioso manoscritto custodito nella cattedrale di Chartres…Inizia così la ricerca del Santo Sepolcro menzionato nel libro, in cui si nasconde una grande ricchezza. Dopo aver attraversato mezza Europa, Africa e Medioriente raggiunge la Siria, dove l’arciere Orion, maestro dell’Ordine dell’Arco, un antico ordine legato alla costellazione di Orione, lo attende da tempo. Dopo essere diventato egli stesso un arciere, Giuseppe raggiunge infine Gerusalemme dove, inaspettatamente, svela l’enigma sulla meta finale…

L’insegnamento della storia di Giuseppe è di avere fede nei propri sogni, di saperli interpretare, facendo attenzione a quel particolare linguaggio velato, fatto di segni, simboli e di incontri, che lungo il cammino della nostra esistenza ci portano alla nostra autentica realizzazione. La sua vicenda ci accompagna alla conquista di un tesoro inestimabile, l’eredità di Celestino, che con il suo messaggio di pace e riconciliazione, la Perdonanza Celestiniana, ci conduce verso la tradizione spirituale della città dell’Aquila, proclamata nel 2019 Patrimonio immateriale dell’umanità dall’UNESCO. Ricordiamo che Germano Di Mattia ha realizzato ben due opere filmiche dedicate a L’Aquila ed a Celestino V già nel 2009. Oggi con L’Arciere, di fatto una favola iniziatica che, in una allegoria moderna, l’autore racconta il viaggio dei viaggi che ogni uomo dovrebbe intraprendere: il viaggio all’interno di se stesso.


Il romanzo L’Arciere L’Ordine dell’Arco, si snoda quasi completamente  lungo “La via dell’Angelo”, la ley line di San Michele e sui cammini più importanti del Mondo come: Santiago de Compostela, Roma, Lalibela e Gerusalemme, per terminare a L’Aquila!

L’ARCIERE L’ORDINE DELL’ARCO

Il romanzo racconta la storia di Giuseppe, un giovane mugnaio dell’Abruzzo, che desidera diventare un cantante. Un giorno, in sogno, una misteriosa voce gli indica di mettersi sulle tracce di un antico manoscritto e gli preannuncia l’incontro con un uomo saggio. Il ragazzo indugia, ma alla fine decide di partire. Lascia la sua terra per iniziare il viaggio che lo porterà all’incontro con un enigmatico frate cistercense, il quale gli donerà un misterioso manoscritto custodito nella cattedrale di Chartres…Inizia così la ricerca del Santo Sepolcro menzionato nel libro, in cui si nasconde una grande ricchezza. Dopo aver attraversato mezza Europa, Africa e Medioriente raggiunge la Siria, dove l’arciere Orion, maestro dell’Ordine dell’Arco, un antico ordine legato alla costellazione di Orione, lo attende da tempo. Dopo essere diventato egli stesso un arciere, Giuseppe raggiunge infine Gerusalemme dove, inaspettatamente, svela l’enigma sulla meta finale…

L’insegnamento della storia di Giuseppe è di avere fede nei propri sogni, di saperli interpretare, facendo attenzione a quel particolare linguaggio velato, fatto di segni, simboli e di incontri, che lungo il cammino della nostra esistenza ci portano alla nostra autentica realizzazione. La sua vicenda ci accompagna alla conquista di un tesoro inestimabile, l’eredità di Celestino, che con il suo messaggio di pace e riconciliazione, la Perdonanza Celestiniana, ci conduce verso la tradizione spirituale della città dell’Aquila, proclamata nel 2019 Patrimonio immateriale dell’umanità dall’UNESCO. Ricordiamo difatti che l’autore Germano Di Mattia ha realizzato ben due opere filmiche nel 2009 ( Secretum Secretorum The celestinian code e il Mistero dell’Aquila), dedicate a L’Aquila e a Celestino V.  Ora con L’Arciere, una favola iniziatica, in una allegoria moderna, Germano Di Mattia ci racconta il viaggio dei viaggi che ogni uomo dovrebbe intraprendere: il viaggio all’interno di se stesso.

Il romanzo L’Arciere L’Ordine dell’Arco, si snoda quasi completamente lungo “La via dell’Angelo”, la ley line di San Michele e sui cinque cammini spirituali più importanti del Mondo come: Santiago de Compostela, Roma, Lalibela e Gerusalemme, per terminare in Abruzzo a L’Aquila! 

I cinque cammini spirituali del romanzo

Il Cammino di Roma (la via romea, sulla francigena e cassia), Il cammino Di Gerusalemme ( la via dei palmieri, sulla rotta per Gerusalemme, sia via mare che via terra), Il cammino di Santiago da Compostela ( il cammino delle stelle o del potere). Il quarto cammino sulla terra è il Cammino Africano o Cammino della Madre… Un percorso che si spinge nel cuore dell’odierna e lontana Etiopia, attraverso le piste e le viscere dell’Africa nera… Mentre il quinto è il Cammino dei Cammini, è quello interiore ed esoterico, non rintracciabile in un posto geografico od in un periodo temporale… E’ il cammino della Conoscenza Occulta.

“La verità è potente, è come una freccia scagliata con forza da un arco verso il cielo, potente come un’aquila che vive nel cuore dell’arciere”. 

Germano Di Mattia

Commenti Facebook

About Redazione - Il Faro 24

Redazione - Il Faro 24
Nuova collezione Spartoo